È stato un sabato di sangue per la Città bianca, teatro nelle scorse ore di un omicidio avvenuto in pieno centro cittadino. Da una prima ricostruzione dei fatti, operata dagli agenti del nucleo di Polizia Scientifica della Questura di Brindisi, l’aggressione ai danni di Giuseppe Maldarella, un imprenditore ostunese di 44 anni, gestore di una caffetteria in piazza Matteotti, è avvenuta intorno alle ore 22 nei pressi dell’abitazione dell’uomo in via D’Azeglio. La vittima, già gravemente ferita, ha proseguito per via Machiavelli, una traversa di corso Garibaldi, riuscendo a raggiungere e a mettersi alla guida della sua auto, una Punto bianca.

L’uomo, vinto dalle coltellate e dalle percosse subite, avrebbe perso il controllo del mezzo all’altezza dell’incrocio con via Fogazzaro, a pochi metri dal semaforo. Il violento impatto con il marciapiede ha infatti causato l’esplosione dello pneumatico anteriore sinistro, ponendo fine alla corsa disperata della vittima.

Nonostante l’immediato intervento di un’ambulanza e di un’auto medica, la corsa verso l’Ospedale di Ostuni si è purtroppo rivelata inutile per l’uomo, deceduto probabilmente presso lo stesso nosocomio.

Sul posto, oltre alla Polizia di Stato, anche una pattuglia dei Carabinieri della stazione locale e alcuni agenti di Polizia Municipale, intenti a deviare il traffico lungo corso Garibaldi, strada tuttora parzialmente chiusa al traffico.

Il movente, l’identità dell’aggressore omicida e altri dettagli utili a ricostruire esattamente l’accaduto, sono al vaglio delle indagini avviate e condotte dalla Polizia di Stato.Novità