I consiglieri Giuseppe Tanzarella e Niny Santoro lamentano la mancata accessibilità sull'Albo Pretorio online del Comune di Ostuni di alcuni atti amministrativi

Da qualche settimana sull’Albo Pretorio online del Comune di Ostuni è stata inibita la funzione “Atti amministrativi”, ovvero la possibilità di effettuare una ricerca retroattiva negli atti pubblici e documenti che abbiano una data di pubblicazione anteriore ai quindici giorni.

Per questa ragione, i consiglieri comunali di opposizione, Giuseppe Tanzarella e Niny Santoro scrivono una nota indirizzata al’amministrazione per ottenere spiegazioni in merito.

«I sottoscritti Consiglieri Comunali Giuseppe Tanzarella e Niny Santoro– si legge nel documento- premesso che tra i principi che la legislazione degli ultimi anni ha cristallizzato in materia di pubblica amministrazione vi è quello della trasparenza (ai sensi dell’art. 1 del d.lgs. 33/2013), come accessibilità totale dei dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini, promuovere la partecipazione degli interessati all’attività amministrativa e favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche. In diretta emanazione di tale principio, il medesimo d.lgs. 33/2013, anche come integrato dal d.lgs. 97/2016, ha stabilito l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di procedere alla pubblicazione sul proprio sito di determinate tipologie di atti e provvedimenti, istituendo la cosiddetta forma di accesso civico “semplice”, ed, altresì, ha sancito il diritto di tutti i cittadini ed utenti di richiedere l’accesso anche agli atti non oggetto di alcun obbligo di pubblicazione, istituendo il cosiddetto accesso civico “generalizzato”.

Da qualche tempo- continua il documento firmato dai due consiglieri-, purtroppo, sul sito del Comune di Ostuni non risultano più accessibili gli atti e documenti amministrativi (determinazioni, delibere, ecc.) risalenti ad un lasso superiore ai 15 giorni rispetto alla consultazione, prima rinvenibili al link dell’Albo Pretorio. E’ a conoscenza degli scriventi la circostanza che le garanzie di accesso come sopra illustrate trovano il doveroso bilanciamento con le dovute garanzie alla tutela della privacy e dei dati personali e sensibili, così come prescritto dalla relativa normativa, i quali impongono di non protrarre la loro pubblicazione per un periodo superiore ai 15 giorni, pena la sanzionabilità del contegno in danno della pubblica amministrazione.
Nonostante quanto in premessa, si ritiene che un corretto bilanciamento tra i contrapposti interessi alla trasparenza ed al libero accesso della cittadinanza agli atti amministrativi e quello alla tutela della privacy non possa ammettere, così come avvenuto per il Comune di Ostuni, l’eliminazione in radice di tutte le pubblicazioni dopo il decorso del un lasso temporale di 15 giorni;
Tale scelta, infatti, sacrifica illegittimamente uno dei due interessi in gioco, in particolare rendendo oltremodo difficoltoso il raggiungimento della finalità primaria dell’accesso generalizzato, e, cioè, quella dell’esercizio di un costante e sistematico controllo sull’attività amministrativa, anche quale anticorpo rispetto alle fattispecie di cattiva amministrazione.

Ciò comporterebbe infatti-conclude il documento-, un onere dell’utenza di formalizzazione di apposita richiesta di accesso ogniqualvolta la stessa intenda esercitare il proprio legittimo controllo sull’operato dell’amministrazione, con evidente effetto deflattivo delle azioni a ciò indirizzate. Di conseguenza, la scelta operata dal Comune di Ostuni non appare la migliore rispetto al fine perseguito, potendosi ottenere analogo risultato, peraltro in ossequio ad una più equa interpretazione del dettato normativo vigente in materia, mantenendo la pubblicazione di tutti gli atti e documenti anche per un periodo superiore a quello dei 15 giorni, premurandosi, di contro, di provvedere all’eliminazione di tutti i dati sensibili in essi contenuti.
Gli scriventi chiedono a codesta Amministrazione, nella persona dell’assessore al ramo, di assumere le necessarie iniziative affinché venga garantita la libera accessibilità agli atti amministrativi riguardanti il Comune di Ostuni anche oltre il lasso temporale di 15 giorni a far data dalla loro pubblicazione, eventualmente eliminando tutti i riferimenti ai dati ritenuti sensibili ex lege».
Novità