(Foto di Vanessa Camarda)

A pochi giorni dalla scadenza della presentazioni delle liste, nella compagine di centro destra si registra qualche malumore che potrebbe portare alcuni candidati consiglieri a fare un passo indietro e ritirare la candidatura.

A scatenare il malcontento l’annunciata adesione a Forza Italia dell’ex consigliere comunale Giuseppe Bagnulo, inizialmente candidato di Puglia (Ostuni) Popolare, il movimento guidato da Massimo Cassano, che, dopo un incontro avvenuto a Ostuni qualche settimana fa, aveva raggiunto l’accordo elettorale con Domenico Tanzarella.

Appena diffusa la notizia Giovanni Zaccaria, con un post pubblicato su Facebook, ha annunciato che, se fosse confermata la candidatura di Giuseppe Bagnulo nella compagine di centrodestra, lui farebbe un passo indietro, ritirando la candidatura. «Guglielmo Cavallo per primo sa- scrive Zaccaria- quanto ho fatto per costituire con lui un centrodestra coeso e forte, che si era indebolito e aveva subito colpi e ferite anche a causa delle scelte di Bagnulo. Caro Guglielmo, tu più di me hai l’obbligo morale di dimostrare che la politica è innanzitutto coraggio e schiena dritta. I tuoi elettori e i nostri elettori ci apprezzeranno ancora di più se saremo capaci di mettere al primo posto la serietà e la coerenza. Accettare la candidatura di chi si riscopre uomo di centrodestra, dopo aver tentato mille progetti alternativi alla coalizione “nostra” significherebbe accettare di essere presi in giro e prendere in giro i nostri elettori. Tutti sappiamo come stanno realmente le cose. Io non torno indietro, ti voterò, ma ritornerò alle mie sudate carte, perché mi manca solo una forma di coraggio: non ho il coraggio di prendere in giro i cittadini».

Alle polemiche, il candidato sindaco Guglielmo Cavallo risponde così: «In politica, come nella vita di tutti i giorni, occorre cercare quello che unisce e non ciò che divide. Ho sempre ritenuto utile ampliare la coalizione a tutti coloro che si riconoscessero nei valori del centrodestra. L’adesione dell’avv. Giuseppe Bagnulo al progetto di Forza Italia rientra perfettamente all’interno di questo intento. All’amico Giovanni Zaccaria, che ringrazio per l’appassionato impegno, voglio dire che la coerenza si misura sugli atti e non sulle intenzioni e che, a tutte le componenti della coalizione che fin dalle primarie hanno aderito al progetto del centrodestra, è necessario riconoscere la giusta autonomia, nel rispetto del patto di coalizione».

Nelle ultime ore, alla decisione annunciata da Zaccaria sarebbe seguita quella di Christian Continelli, anche lui intenzionato a fare un passo indietro non solo in seguito all’adesione di Bagnulo a Forza Italia ma anche dopo la polemica suscitata dalla presenza di un candidato di Forza Italia alla inaugurazione del comitato ufficiale di Domenico Tanzarella.

«Se qualcuno pensa di realizzare un Coppola Bis– scrive Continelli su Facebook- nei termini e nei modi di governare allora io sono fuori da questa partita, e lo sono totalmente, senza rimpianti e senza psico drammi! Ma i responsabili di questo scempio sappiano che pagheranno, perché la politica presenta sempre il conto!».

E’ stata intanto annunciata per la prossima settimana, probabilmente martedì 23 aprile, una conferenza stampa a cui prenderanno parte Giovanni Zaccaria, Giuseppe Corona, Lucia Andriola e Christian Continelli per fare il punto sulla situazione.Novità