Un diciassettenne brindisino è stato arrestato in flagranza dai Carabinieri del Nucleo Investigativo per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e per detenzione abusiva di un proiettile.

Il minore è stato fermato sabato dagli uomini dell’Arma nell’ambito di un’attività di controllo, disposta dal Prefetto Valerio Valenti, per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nei luoghi della movida e nei pressi degli istituti scolastici.

Il diciassettenne, alla vista dei militari, ha tentato di scappare ma è stato bloccato e sottoposto a controllo. Il minore nascondeva sotto il giubbotto un borsello di colore nero contenente un involucro in cellophane con all’interno 18,4 grammi di marijuana, nonché un’altra bustina con 6 grammi della stessa sostanza, un bilancino di precisione perfettamente funzionante e la somma contante di 70 euro.

Nel corso della perquisizione espletata nell’abitazione dove il ragazzo vive con la famiglia, in un cassetto della sua camera da letto sono stati rinvenuti ulteriori 1,6 grammi di marijuana e 7,8 di hashish, oltre a un proiettile calibro 38 special.

La droga, il proiettile e tutto il materiale sequestrato sono stati sottoposti a sequestro, mentre il diciassettenne dopo l’arresto è stato portato nel Centro di Prima Accoglienza di Lecce, così come disposto dal Pubblico Ministero della Procura presso il Tribunale dei Minorenni di Lecce.Novità