Il 2 aprile si celebra la Giornata Mondiale per la consapevolezza sull’Autismo, sancita dalle Nazioni Unite con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica circa un disturbo sempre più diffuso tra bambini e giovani adulti.

Il Centro di Riabilitazione “La Nostra Famiglia” di Ostuni vuole celebrarlo offrendo per tutta la giornata di domani, martedì 2 aprile, uno Sportello Informativo Autismo, che sarà attivo dalle ore 9 alle ore 12 e poi dalle ore 14.45 alle ore 17.45, presso la Sala conferenze del centro riabilitativo. Qui, una équipe. di esperti, diretti dalla neuropsichiatra infantile Rita Galluzzi, fornirà informazioni, farà chiarezza sui lati ancora oscuri di questo disturbo e risponderà ai quesiti che genitori, insegnanti, educatori e tutti coloro che ne hanno interesse, vorranno porre.

Nel Centro di Riabilitazione “La Nostra Famiglia” di Ostuni, da oltre sessant’anni impegnato nella cura e nella riabilitazione dei bambini con disabilità, è attivo, infatti, uno specifico percorso riabilitativo, di stampo cognitivo-comportamentale, validato scientificamente, destinato ai bambini con difficoltà relazionali e comunicative.

«Grazie anche alla collaborazione– afferma Maria Grazia Bacco, direttore generale regionale de “La Nostra Famiglia”- con l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico “Eugenio Medea” di Brindisi, sezione di ricovero dell’Associazione La Nostra Famiglia, riconosciuto Centro di Riferimento Regionale per i Disturbi dello Spettro Autistico e impegnato nella ricerca in questo ambito, il nostro Centro di Riabilitazione può garantire una diagnosi precoce, approfondimenti clinico-diagnostici e programmi riabilitativi individualizzati che tengono conto delle abilità emergenti del bambino e che coinvolgono tutte le sue figure di riferimento: genitori, insegnanti ed educatori».

«Il compito di genitori, insegnanti ed educatori– aggiungono le psicologhe responsabili del percorso riabilitativo dedicato all’autismo- è quello di trovare la chiave per entrare nel suo mondo e poter così arricchire la sua valigia di strumenti che gli consentiranno una maggiore autonomia e una migliore qualità della vita. E il nostro quotidiano impegno consiste proprio nell’offrire strategie perché questo si realizzi affermano le psicologhe responsabili del percorso riabilitativo dedicato all’autismo».

Novità