Bilancio positivo per l'AVIS Ostuni

Nonostante le numerose difficoltà, il bilancio 2018 tracciato dall’AVIS Ostuni è decisamente positivo. La prima difficoltà che l’associazione si è trovata a dover fronteggiare, a partire dal marzo 2018, è la chiusura del Centro Raccolta fisso.

«Sebbene siamo costretti ad operare in condizioni precarie- afferma Martino D’Amico, presidente della sezione ostunese- soprattutto in seguito alla chiusura del Centro raccolta fisso per fare spazio al nuovo Pronto Soccorso- abbiamo continuato ad organizzare raccolte di sangue grazie all’ausilio dell’autoemoteca. Ci possiamo comunque ritenere soddisfatti e orgogliosi dei risultati raggiunti nel 2018 – continua D’Amico – e grazie all’impegno dei volontari abbiamo organizzato 20 raccolte straordinarie e prestato sostegno ai donatori nelle 50 raccolte del venerdì, che hanno permesso di raccogliere un totale di 962 sacche, 36 in più rispetto lo scorso anno, rispondendo così alle esigenze della nostra Provincia, che in diverse occasioni si è trovata costretta a fronteggiare il problema dell’emergenza sangue.

Nonostante i buoni risultati, sappiamo benissimo che al fine di poter incrementare le donazioni e tutelare i diritti dei donatori è prerogativa fondamentale per la nostra associazione riuscire a riavere dei locali idonei per ristabilire il Centro Raccolta Fisso ed è per questo motivo che sono state attivate diverse iniziative volte a risolvere questo annoso problema».

Ma la raccolta di sangue è stata solo una delle tante attività svolte dall’AVIS nell’ultimo anno: «Così come accade da diverso tempo- aggiunge il presidente D’Amico- AVIS Ostuni partecipa alla maratona TELETHON. Diversamente dagli scorsi anni non ci si è limitati solo alla raccolta fondi prevista nel mese di dicembre ma si è deciso di partecipare anche a quella primaverile. Siamo riusciti a raccogliere ben 3.780,00 euro, grazie anche al supporto del Vespa Club Città di Ostuni. Un’altra iniziativa degna di nota è stata la partecipazione all’evento “La Cena è servita…ad una giusta causa” presso l’Hotel Ostuni Palace, insieme agli amici della Croce Rossa Comitato di Ostuni, dei Lions Club Città di Ostuni e di Todomodo Multisolution Travel, che ha permesso l’acquisto di un defibrillatore semi automatico, in attesa delle autorizzazioni previste per essere installato sulla facciata della locale sezione AVIS. Con gli stessi partner abbiamo organizzato una raccolta alimentare che ha permesso di raccogliere più di mezzo quintale di alimenti che sono stati destinati alla CARITAS di Ostuni».

Non sono poi mancate le attività di sensibilizzazione nelle scuole e tra i giovani. L’associazione è riuscita ad organizzare diverse attività di educazione sanitaria e diversi incontri all’interno delle scuole per promuovere la cultura della donazione e del corretto stile di vita, per cercare di incentivare i più giovani ad essere “cittadini attivi” spronandoli ad essere partecipi.

«Ci sono state tantissime altre attività organizzate ma elencarle tutte sarebbe impossibile. Ora vi aspettiamo- conclude Martino D’Amico- domenica 10 febbraio dalle ore 8.00 alle ore 11.30 presso il Palazzetto dello Sport, sito in Viale dello Sport, per la consueta donazione straordinaria e domenica 24 febbraio per la “FESTA DEL SOCIO” che si terrà presso Masseria Santa Lucia. Vorrei ringraziare tutti i donatori che nonostante le difficoltà continuano a compiere il nobile gesto della donazione, tutti i collaboratori che dedicano intere giornate all’AVIS, tutte le associazioni che ci affiancano quotidianamente e infine un ringraziamento particolare va alla Croce Rossa Comitato di Ostuni che ormai ci affianca in tutte le innumerevoli iniziative che organizziamo».Novità