A partire da oggi, giovedì 26 settembre, la Biblioteca comunale “F. Trinchera” rimarrà chiusa al pubblico fino alla fine dei lavori di ristrutturazione e ammodernamento. Con un avviso pubblicato in evidenza sul portale istituzionale del Comune di Ostuni, l’amministrazione rende nota alla cittadinanza l’interruzione del servizio e comunica che sono al vaglio alcune soluzioni volte a ridurre il disagio per l’utenza. Attraverso il reperimento di spazi idonei, stando a quanto si evince dalla nota, si cercherà di consentire ai tanti fruitori della Biblioteca di poter continuare a esercitare il diritto allo studio e alla ricerca.

Inizia dunque a prendere forma il “Sistema della biblioteche comunali dell’Alto Salento”, il progetto presentato in risposta al bando regionale “Community Library” da una cordata di cinque comuni, di cui Ostuni è capofila.

Grazie alla congrua somma di 1milione e 900mila euro, le biblioteche comunali di Ostuni, San Michele Salentino, Ceglie Messapica, Carovigno e San Vito dei Normanni saranno dotate di servizi altamente innovativi, rispondenti alle nuove logiche di gestione e valorizzazione dei luoghi di studio e di lettura. Spazi che diventano “diffusi” e soprattutto realmente accessibili a ogni tipologia di utenza.

Per gli interventi previsti presso la biblioteca ostunese, sono stati stanziati dalla Regione complessivamente 285mila euro. I lavori verranno eseguiti dalla ditta Ayroldi Angelo SRL, aggiudicataria della gara d’appalto bandita dalla SUA di Brindisi con un importo di 274mila euro circa.

All’interno delle biblioteche è prevista anche la creazione di caffetterie e angoli ristoro, oltre a un ulteriore prolungamento dell’orario di apertura al pubblico. Ogni biblioteca comunale sarà inoltre oggetto dell’ammodernamento di arredi ed allestimenti, identici tra loro nei colori e nella veste grafica, affinché ogni ambiente risulti riconducibile a un unico “marchio di appartenenza”.

Una volta terminati gli interventi, contribuiranno inoltre alla realizzazione del progetto gli istituti scolastici e le numerose associazioni che operano sul territorio intercomunale, già impegnatesi attraverso la sottoscrizione del patto di collaborazione. L’elemento di maggiore innovazione infatti, è costituito dalla possibilità per ogni singolo ente di operare in maniera integrata, sotto l’egida della Biblioteca comunale ostunese, cui spetta il compito di coordinare le attività delle cinque strutture.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News