I Carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi si stringono con affetto e commozione alla famiglia e ai colleghi del Maresciallo barbaramente ucciso nel corso di un conflitto a fuoco avvenuto stamattina a Cagnano Varano, in provincia di Foggia, nel corso del quale anche un altro Carabiniere è rimasto ferito.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, i due Carabinieri impegnati in un normale servizio di pattuglia a bordo dell’auto di servizio, hanno incrociato nella piazza del paese un pregiudicato del luogo.

Quando i militari dell’Arma gli hanno chiesto i documenti, per tutta risposta, l’uomo ha tirato fuori una pistola e ha iniziato a sparare.

Il maresciallo Vincenzo Carlo Di Gennaro, 47 anni di San Severo, è morto subito dopo essere stato colpito dagli spari, l’altro carabiniere che era insieme a lui, un giovane di 23 anni originario di Caserta, anch’egli ferito è stato trasportato presso l’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo.

Fortunatamente il giovane carabiniere non sarebbe in pericolo di vita.

Il presunto responsabile del conflitto a fuoco è stato raggiunto subito dopo la sparatoria e portato in caserma.

Cordoglio per la morte del maresciallo Di Gennaro è stato espresso dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, oggi a Bari per inaugurare l’anno accademico del Politecnico e da Michele Emiliano.

«Vincenzo Di Gennaro– ha affermato Giovanni Nistri, comandante generale dell’Arma dei Carabinieri- è un’altra vittima tra i militari che ottemperano al loro giuramento e svolgono il loro dovere per la tutela della legalità».Novità