Lunedì 21 maggio, alle ore 16.30, nella Biblioteca Comunale di Ostuni, i ragazzi dei gruppi di lettura “Libro Libera Tutti”, in collaborazione con gli studenti e le Persone Libro del Liceo Classico “Antonio Calamo” dialogheranno con Carlo Greppi, autore del romanzo “Bruciare la frontiera”, edito da Feltrinelli.

L’incontro con lo scrittore avverrà sotto l’egida de “Il Maggio dei Libri”, la campagna nazionale nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile dei giovani. L’iniziativa rappresenta la tappa conclusiva del viaggio iniziato, lo scorso ottobre, dai  gruppi di lettura, che hanno condiviso le storie di libri significativi durante gli incontri nella Biblioteca Comunale di Ostuni. Sono state occasioni di grande valore che Francesca Garziano, direttrice della Biblioteca, ha tenacemente sostenuto nella consapevolezza che la lettura sia esperienza non solo culturale, ma anche umana, di incontro con i libri e con le storie, di condivisione e di discussione delle riflessioni che da quelle storie traggono vita.

L’incontro con l’autore sarà un momento significativo per i ragazzi durante il quale ciascuno si confronterà con chi la storia l’ha scritta. Carlo Greppi, storico e collaboratore di Rai Storia, fa tappa ad Ostuni, grazie al supporto prezioso della storica libreria “La Bottega del libro”, con i suoi ultimi lavori: “Bruciare la frontiera” (Feltrinelli 2018), destinato ai ragazzi e “25 aprile 1945”, il saggio edito da Laterza pubblicato lo scorso marzo.

Il libro, che verrà presentato dai giovani del gruppo di lettura, in collaborazione con gli studenti e le Persone Libro del Liceo classico, ha permesso di riflettere su un tema di grande attualità: la frontiera. La storia è quella di due ragazzi, Francesco e Kappa, che decidono di andare a vedere com’è fatta una frontiera, vogliono che le montagne raccontino loro delle storie del passato. In viaggio è anche Ab, partito dalla Tunisia e intenzionato a raggiungere la Francia per incontrare una ragazza conosciuta online, Celine.

I tre giovani protagonisti ripercorrono i sentieri che hanno visto passare gli ebrei in fuga e gli italiani clandestini che cercavano lavoro. Il libro offre ai lettori la possibilità di osservare la realtà con occhi diversi, di comprendere  l’altro da sé, di riflettere sul diritto di ciascuno di inseguire il proprio futuro superando le frontiere. Significative in questo senso appaiono le parole del nonno di Francesco, protagonista della storia, affidate ad una lettera testamento e destinate al nipote: “vai dove c’era quella frontiera e fai pace con le montagne per me. La natura non c’entra niente, non può essere colpa sua: sono le leggi scritte dagli uomini che rendono quelle linee immaginarie un pericolo.

Lo slogan del Maggio dei Libri 2018: ‘Vo(g)liamo leggere’ sembra possa sintetizzare il senso del percorso di grandi e piccini all’interno della biblioteca, in virtù del fatto che la lettura mette le ali e consente di raggiungere attraverso i libri tutti i mondi possibili, trasportati dalla leggerezza dalle parole.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News