8.9 C
Ostuni
Giugno 2 2020

Cimitero comunale, continua il braccio di ferro tra Comune e confraternite

Restano chiusi i gentilizi di competenza delle confraternite ostunesi, che si dichiarano impossibilitate a sostenere settimanalmente i costi della sanificazione. L’assessore Corona: «In situazioni come questa tutti devono fare sacrifici nell’interesse supremo del bene comune»

Continua il braccio di ferro tra amministrazione comunale e confraternite ostunesi sulla gestione della riapertura in sicurezza del cimitero comunale. Chiusi dallo scorso 15 maggio, i gentilizi di competenza delle confraternite resteranno inaccessibili al pubblico anche oggi e nei prossimi giorni. La decisione, stando a quanto dichiarato dalle confraternite, è dovuta all’oggettiva difficoltà economica di sostenere i costi per una sanificazione degli ambienti, a cadenza settimanale.

Sulla questione interviene l’assessore alla protezione civile e servizi cimiteriali Giuseppe Corona, che chiarisce: « È importante per i cittadini sapere che il cimitero è aperto.  La parte non fruibile è quella gestita dalle confraternite,  che hanno preso questa decisione. L’accaduto ha colto tutti di sorpresa,  poiché un’ordinanza regionale aveva previsto la possibilità di  riaprire i  cimiteri già dal 29 aprile. Il cimitero comunale è stato quindi riaperto con un’ordinanza del sindaco lo scorso martedì 5 maggio, dopo le necessarie operazioni di pulizia e sanificazione da rinnovarsi settimanalmente. Nessuno in quel momento ha sollevato dubbi su questo argomento, il cimitero ha ripreso a funzionare con tutti i controlli, nei primi giorni di grande affluenza, predisposti dall’amministrazione e la soddisfazione degli ostunesi.

- Advertisement -

Qualche giorno fa le confraternite, adducendo motivazioni di carattere economico, hanno sospeso l’accesso  alla parte di cimitero di propria pertinenza, nonostante l’amministrazione abbia fatto tanto per venire incontro al sentimento che lega tutti a chi purtroppo non è più in vita. Per ultimo – continua Corona – ho fatto installare nella camera mortuaria un sanificatore fisso, mi sembra unico in provincia di Brindisi, che entrerà in funzione ogni qualvolta una salma transiterà in quel luogo. Di ciò preme ringraziare la ditta che gestisce la parte comunale del cimitero, sempre solerte  e anch’essa in difficoltà a causa del momento.

Ad ogni buon conto – continua Corona – nei prossimi giorni incontreremo le confraternite, consapevoli che in situazioni come questa tutti devono fare dei sacrifici piccoli o grandi nell’interesse supremo del bene comune».

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram gratuito di Ostuni News

- Advertisment -

Celebrato in Comune il primo matrimonio post-covid di Ostuni

Avrebbero dovuto promettersi amore eterno ad aprile, ma l’emergenza Coronavirus ha fatto slittare la data del matrimonio al 31 maggio. Lucia e Luciano, 50...

Torre Guaceto rappresenta l’Italia al Monaco Blue Initiative

L'undicesima edizione della conferenza internazionale sull'ambiente del Principato di Monaco è stata particolarmente speciale per il Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, l'unico ente...

Coronavirus, eccellenze nostrane: azzerato il rischio di contagio nelle RSA del nostro territorio

Nelle RSA Villa Valente di Ostuni e Casa Alloggio Valle d’Itria di Casalini la parola d’ordine è stata “efficienza”. Sin dall’inizio della pandemia il...

Cassa integrazione in deroga, l’on. Palmisano interroga il ministro Catalfo per sollecitare i pagamenti

Nell’ottica di salvaguardare gli interessi economici dei lavoratori pugliesi, già duramente colpiti dall’emergenza Coronavirus, l’onorevole ostunese in forza al Movimento Cinque Stelle Valentina Palmisano...

Coronavirus, resta stabile il numero dei contagi: 4 positivi oggi in Puglia, nessuno in provincia di Brindisi

Il numero dei contagi da Coronavirus in Puglia, da giorni in netto calo, si attesta complessivamente a 4498 unità. Di qualche minuto fa il bollettino giornaliero...

Parco delle Dune Costiere, in corso le trattative sulla presidenza

La presidenza del Parco delle Dune Costiere resta al momento un rebus ancora irrisolto. Nodi da sciogliere nelle trattative di domina, i reciproci veti...
- Advertisment -