8.9 C
Ostuni
Giugno 2 2020

Decessi sospetti al Perrino di Brindisi: Laura De Mola (FI) presenta un esposto al Prefetto e a Borrelli

La coordinatrice provinciale di Forza Italia chiede al Prefetto e al capo della protezione civile nazionale di far luce su quanto sta accadendo presso l'ospedale brindisino

Un esposto al Prefetto di Brindisi ed al Capo di Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borelli, per far segnalare e chiedere immediate soluzioni in merito a quanto sta accadendo presso il Perrino di Brindisi nella gestione dell’emergenza sanitaria Coronavirus.

A sottoscriverlo è Laura De Mola, coordinatrice provinciale di Forza Italia e consigliera comunale fasanese, che dopo aver chiesto con forza l’aumento dei posti letto Covid-19 dedicati alla terapia intensiva del presidio brindisino, ora vuole che si faccia luce su quanto accaduto nelle ultime ore.

- Advertisement -

«Sono venuta a conoscenza nelle ultime ore – scrive la De Mola – della morte di due persone presso il Perrino di Brindisi. I due pazienti attendevano ancora l’esito del tampone effettuato quasi una settimana fa per diagnosticare l’eventuale positività al Coronavirus. Dopo la grave carenza dei dispositivi di protezione individuale – sottolinea la De Mola – adesso il personale sanitario, ormai allo stremo, deve far fronte all’estrema lentezza con la quale vengono analizzati i tamponi, mettendo a rischio la propria salute e di conseguenza quella di tutti i pazienti. Nonostante le rassicurazioni di Emiliano – insiste la coordinatrice – sull’attivazione del laboratorio di analisi dei tamponi presso l’ospedale “A. Di Summa”, stiamo abbandonando nello sconforto più totale tutti gli operatori sanitari che, con grande spirito di abnegazione, stanno facendo fronte a tutte le falle del nostro sistema sanitario regionale in un momento delicato quanto oramai drammatico».

Laura De Mola riporta quello che è il grido d’allarme di medici, infermieri ed operatori sanitari, così come di tutti i pazienti ricoverati presso la struttura, chiedendo a Emiliano adeguate forniture di dispositivi di protezione individuale, la celerità delle analisi dei tamponi e di ristabilire una necessaria quanto urgente comunicazione chiara e trasparente con tutti i sindaci della provincia, affinché essi si attivino in tempo per gestire al meglio l’emergenza.

«I dati delle ultime ore ci dicono che i nuovi contagi del 27 marzo hanno quasi doppiato quelli del giorno precedente. La situazione – conclude Laura De Mola – sta oramai divenendo insostenibile. O si agisce immediatamente o si rischia il collasso dell’intero sistema sanitario regionale».

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram gratuito di Ostuni News

- Advertisment -

Celebrato in Comune il primo matrimonio post-covid di Ostuni

Avrebbero dovuto promettersi amore eterno ad aprile, ma l’emergenza Coronavirus ha fatto slittare la data del matrimonio al 31 maggio. Lucia e Luciano, 50...

Torre Guaceto rappresenta l’Italia al Monaco Blue Initiative

L'undicesima edizione della conferenza internazionale sull'ambiente del Principato di Monaco è stata particolarmente speciale per il Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, l'unico ente...

Coronavirus, eccellenze nostrane: azzerato il rischio di contagio nelle RSA del nostro territorio

Nelle RSA Villa Valente di Ostuni e Casa Alloggio Valle d’Itria di Casalini la parola d’ordine è stata “efficienza”. Sin dall’inizio della pandemia il...

Cassa integrazione in deroga, l’on. Palmisano interroga il ministro Catalfo per sollecitare i pagamenti

Nell’ottica di salvaguardare gli interessi economici dei lavoratori pugliesi, già duramente colpiti dall’emergenza Coronavirus, l’onorevole ostunese in forza al Movimento Cinque Stelle Valentina Palmisano...

Coronavirus, resta stabile il numero dei contagi: 4 positivi oggi in Puglia, nessuno in provincia di Brindisi

Il numero dei contagi da Coronavirus in Puglia, da giorni in netto calo, si attesta complessivamente a 4498 unità. Di qualche minuto fa il bollettino giornaliero...

Parco delle Dune Costiere, in corso le trattative sulla presidenza

La presidenza del Parco delle Dune Costiere resta al momento un rebus ancora irrisolto. Nodi da sciogliere nelle trattative di domina, i reciproci veti...
- Advertisment -