Sulla scorta delle prime acquisizioni investigative, è stato confermato l’arresto del cinquantaseienne ostunese Francesco Semerano, responsabile, a suo dire involontario, della morte di sua moglie. Ha perso la vita nella tarda serata di ieri, giovedì 9 gennaio, Giovanna De Pasquale, una donna di 46 anni colpita al torace da un proiettile esploso dalla pistola del marito.

Allertati dagli operatori del 118, gli agenti hanno raggiunto l’abitazione della coppia in contrada Malandrino, accertando all’interno la presenza  di una donna riportante ferite da arma da fuoco, che non dava segni di vita. Inutili i tentativi i rianimazione compiuti dal personale medico sulla donna, che spirava poco dopo l’arrivo dei soccorsi.

Immediato l’intervento sul posto della squadra mobile e degli esperti della Polizia Scientifica. Gli agenti, riscontrata la presenza di numerose persone in sala da pranzo, che fino a poco prima stavano consumando la cena, avviavano seduta stante le indagini. L’arma da cui il colpo è esploso è stato appurato fosse detenuta lecitamente, mentre risulta illecita la detenzione di alcune munizioni rinvenute nell’abitazione, relative a un’arma di calibro diverso.

Francesco Semerano, che riferisce di un colpo partito accidentalmente, resta dunque in stato d’arresto con l’accusa dei reati di omicidio colposo, inosservanza delle prescrizioni derivanti dalla custodia e diligenza dell’arma, regolarmente detenuta, nonché per detenzione illegale di munizionamento di arma da sparo.

 

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News