Il coordinamento del Forum della Società Civile aveva chiesto un confronto con l’amministrazione comunale per affrontare i problemi relativi alla stagione estiva ostunese, che si è tenuto nella mattinata di venerdì 2 agosto a Palazzo di Città. A renderlo noto, la relazione sottoscritta dal presidente Enzo Cappetta che, affiancato da una nutrita delegazione, venerdì scorso ha incontrato il sindaco Guglielmo Cavallo e gli assessori Antonella Palmisano, Paolo Pinna, Giuseppe Corona, Marilena Zurlo, Giuseppe Francioso.

La discussione si è incentrata in prima battuta sul nuovo Regolamento comunale per l’occupazione di suolo e spazio pubblico, considerato dal Forum un risultato importante per la vivibilità del centro storico. Un insieme di normative da far rispettare per garantire il decoro e la bellezza della Città.

Il secondo argomento trattato è stato quello relativo ai parcheggi nel centro urbano e sulla costa, dove la sosta selvaggia danneggia la macchia mediterranea. Per migliorare la circolazione in Ostuni, il Forum della Società Civile propone di completare la viabilità a valle del centro storico per collegare la zona del parcheggio di via Giosuè Pinto all’area di sosta di via Tenente Specchia per agevolare in questo modo l’entrata e l’uscita delle auto.

«L’accesso libero al mare – incalza il Forum – deve essere garantito su tutte le spiagge del litorale: la strada del Procaccia va resa percorribile sia a sud che al nord di Villanova. Il divieto di accesso libero alle spiagge deve comportare la revoca delle concessioni, a norma dell’art. 10 – comma 1 e art. 14 – comma 15 della legge Regione Puglia n. 17 del 10 aprile 2015 e degli articoli 42 e 47 del Codice della Navigazione. È urgente approvare il Piano Comunale delle Coste, il completamento del sistema idrico e fognante sulla costa e il progetto per il finanziamento regionale del dragaggio del Porto.

La difesa della salute e del riposo dei cittadini e dei turisti vanno garantiti con il controllo dell’inquinamento sonoro in Città e sulla Costa. Va ridotto l’orario notturno di esposizione all’impatto acustico (Legge Regionale N° 3 del 2002 art. 3, 8 e 16). Nel Centro Storico va rispettata la normativa della Zona a traffico limitato per evitare rischi alla circolazione dei pedoni e inquinamento ambientale. Urge un nuovo regolamento per l’utilizzo delle api-calessino.

L’Arena del Cinema Teatro Roma non funziona da due anni, con danno grave ai bisogni culturali della Città e all’immagine di un Centro Turistico di rilevanza nazionale. Vanno qualificate le manifestazioni culturali a partire da “Un’emozione chiamata Libro” e potenziate con la partecipazione delle associazioni culturali e i gruppi teatrali che operano in Ostuni.

Il funzionamento dei sevizi essenziali va migliorato in città e nelle contrade: dalla pulizia e sistemazione delle strade alla raccolta differenziata, dalla pulizia delle spiagge al verde pubblico, dalla apertura dei bagni pubblici alla puntualità dei trasporti per il mare e i comuni vicini.

La tassa di Soggiorno e la tassa per l’occupazione degli spazi pubblici vanno utilizzate per le manifestazioni estive, per il potenziamento dei servizi esistenti e per la realizzazione di nuovi servizi.  I costi maggiori determinati dal raddoppio della popolazione nel periodo estivo non si possono scaricare sui cittadini.  Deve essere intensificata la lotta all’evasione fiscale e alle attività abusive. La Tassa sull’occupazione del suolo pubblico nel Centro Storico va diversificata rispetto alle altre zone della Città.

Il problema della legalità e del controllo del territorio – conclude la nota del presidente Cappetta – diventa prioritario e va affrontato con il potenziamento della Polizia Locale (15 Vigili urbani estivi) e il coordinamento delle forze dell’ordine operanti in Città».

In risposta a quanto sollevato dal Forum, l’amministrazione comunale garantisce che si sta adoperando per far rispettare il nuovo regolamento relativo all’occupazione di suolo e spazi pubblici, mentre c’è stata l’assegnazione definitiva per la gestione dei parcheggi.

Sono in atto controlli per il rispetto della ZTL e sarà presentato un nuovo regolamento relativo alle “api-calessino”. Il sindaco ha assicurato anche interventi per il controllo dell’inquinamento acustico e la possibilità di ridurre gli orari notturni di esposizione per la difesa della tranquillità di cittadini e turisti. Per l’accesso libero alle spiagge è stato aperto un confronto con il consorzio di gestione di Rosa Marina, che di fatto impedisce l’accesso a ciclisti e pedoni sulle aree comunali. Il Comune ha organizzato inoltre il servizio di salvataggio sulle tre spiagge libere di Costa Merlata, Villanova e Pilone, mentre nelle prossime settimane sarà presentato alla Regione Puglia il progetto per il dragaggio del Porto.

L’amministrazione ha assicurato che la nuova convenzione garantirà il funzionamento del Cinema-Teatro Roma, quando i lavori saranno terminati, ribadendo la volontà di impegnarsi per sostenere le manifestazioni culturali delle associazioni e dei gruppi che operano in questo settore. L’assessore al personale Antonella Palmisano ha comunicato che il problema dei 15 vigili estivi sarà risolto nel il 2020 con un concorso pubblico, che sarà avviato in tempi brevi.

Il Forum fa sapere infine che durante l’incontro si è sviluppato un ampio e vivace dibattito sulle questioni poste dal sindaco, con interventi di tutti i presenti. Si è convenuto, in conclusione, che il comparto turistico potrà svilupparsi in modo armonico con gli altri settori e determinare lo sviluppo sociale, economico e culturale della Città. Questo diventa possibile se amministratori comunali, cittadini e operatori economici interagiscono per la tutela e la valorizzazione dei beni ambientali, paesaggistici e storico-culturali di Ostuni, a partire dal Parco delle Dune e dal Museo di Civiltà Preclassiche. Se si crea connessione con tutto il territorio dei trulli, delle grotte e del parco costiero degli ulivi secolari, se si potenzia il sistema strutturale di accoglienza, se si potenziano e qualificano i servizi, si controllano i prezzi e si migliora la ristorazione, nel rispetto delle norme e delle leggi, si batte l’abusivismo e l’evasione, generando ricchezza per la Città e lavoro per i nostri giovani.

«Bisogna fare comunità – chiosa Cappetta – e sconfiggere l’idea dei furbi che speculano per il guadagno immediato, mettendo a rischio il decoro e le bellezze della Città, la salute e il riposo dei cittadini e dei turisti. Serve consapevolezza, impegno e partecipazione per vivere meglio il presente e costruire, insieme, il futuro della Città Bianca. La sfida si può vincere e si potrà continuare a proporre Ostuni come la Città aperta, accogliente e solidale».

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News