A partire dal prossimo 1° luglio– e fino al 31 agosto- la Asl attiverà cinque postazioni estive del 118 lungo la costa brindisina.

Le postazioni, che prevedono un presidio di soccorso con ambulanza pronta a raggiungere i luoghi delle emergenze, saranno attive a: Villanova di Ostuni, Santa Sabina, Torre Canne, Campo di Mare e Lendinuso.

A darne notizia una Delibera che reca la data del 17 giugno, a firma del Direttore Generale della Asl brindisina, Giuseppe Pasqualone, del Direttore amministrativo, Caterina Diodicibus e del Direttore Sanitario, Andrea Gigliobianco.

Le postazioni estive del 118 sono state assegnate alle associazioni che hanno partecipato a una selezione indetta nel novembre 2017 dalla Azienda sanitaria locale brindisina, con la previsione di una gestione triennale.

Ogni postazione, che sarà attiva ogni giorno dalle ore 8 alle 20, sarà gestita dalle seguenti associazioni: a Torre Canne il servizio sarà svolto dall’associazione “Sercorato”, a Villanova dall’associazione “Uomo Duemila”, a Campo di Mare dalla Protezione Civile di Francavilla Fontana, a Lendinuso dall’associazione “Antonio Maria Leo” di Francavilla Fontana e a Torre Santa Sabina, dall’associazione “Alto Salento Carovigno”.

Per quanto riguarda Villanova, la delibera specifica che “la Protezione civile di Latiano, già assegnataria nel 2018, ha comunicato di non essere disponibile per l’estate 2019” è quindi subentrata “l’Associazione di volontariato “Uomo Duemila”, che ha comunicato la disponibilità per l’anno 2019 (unica disponibilità pervenuta)”.

Per ogni postazione del 11,8 la Asl ha previsto un “rimborso mensile forfettario stagionale pari a 4.500 euro per 12 ore, a cui si aggiunge il costo delle spese per il carburante e per il materiale di consumo, previa rendicontazione”.

Complessivamente, la Asl per questo servizio spenderà 45.000 euro.Novità