Nel corso di una pattugliamento delle aree rurali a sud di Ostuni, i Carabinieri forestali hanno individuato un manufatto abusivo. Quest’ultimo era all’interno di un cantiere edile a ridosso di un fabbricato rurale con annesso trullo.

Dagli accertamenti è emerso che il manufatto, in avanzata fase di costruzione, stava per essere realizzato in assenza di titolo abilitativo idoneo. Trattandosi infatti di un nuovo intervento edilizio è indispensabile essere in possesso di un permesso per costruire.

Per impedire l’ ulteriore avanzamento dei lavori, i militari hanno quindi sottoposto a sequestro penale preventivo il fabbricato, delle dimensioni di m. 5×3, per un’ altezza di m. 2,40, con muri in mattoni di cemento vibro-compresso e solaio in calcestruzzo cementizio.

Sono stati denunciati i rappresentanti legali della Società proprietaria del fondo rustico e degli immobili, un cinquantacinquenne e un cinquantatreenne, entrambi baresi.

La denuncia alla Procura della Repubblica di Brindisi è motivata dalla contestazione della violazione sanzionata dall’ art. 44, comma 1, lett. c) del Decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001 (“Testo Unico dell’ Edilizia e dell’ Urbanistica”).Novità