E’ stato nuovamente arrestato e posto in regime di domiciliari, lo studente ostunese diciottenne che era stato arrestato nello scorso ottobre per essere stato sorpreso, insieme a una coetanea, in un rudere abbandonato nelle campagne di Ostuni con 17 piantine di marijuana.

I poliziotti rinvennero inoltre tutto l’occorrente per la coltivazione della marijuana e al termine dell’operazione furono circa 800 i grammidi sostanza stupefacente sequestrata.

Il giovane, dopo la convalida dell’arresto, tornò in libertà in ragione della sua giovane età e del fatto che fosse uno studente. Il Pubblico ministero impugnò il provvedimento chiedendo il ripristino della misura cautelare.

L’istanza è stata accolta e il giovane studente è stato quindi nuovamente arrestato dagli agenti del Commissariato di Polizia di Ostuni, in seguito all’ordinanza di custodia cautelare.Novità