8.9 C
Ostuni
Giugno 1 2020

Gestione illecita di rifiuti, al setaccio carrozzieri, gommisti, autofficine abusive e i rottamatori

Il Carabinieri Forestali hanno denunciato sei persone, sottoposto a sequestro cinque officine e sanzionato i responsabili con oltre 26mila euro di multe

In tema di gestione illecita di rifiuti, massima è l’attenzione rivolta dai Carabinieri Forestali della provincia di Brindisi alle attività di autoriparazione, come meccatronici, carrozzieri e gommisti, che costituiscono, se non condotte a norma di legge, un potenziale rischio per l’ambiente, attraverso l’eventuale smaltimento incontrollato sul territorio.

Il Gruppo Forestale di Brindisi, avvalendosi delle Stazioni Forestali di Brindisi, Ceglie Messapica e Ostuni, pianifica in maniera sistematica dei controlli mirati su tutto il territorio provinciale, che tra l’altro è caratterizzato da un diffuso esercizio abusivo di tali attività, a danno, oltre che dell’ambiente, anche degli operatori di settore legalmente autorizzati e registrati alla Camera di Commercio.

- Advertisement -

Dall’inizio dell’anno in corso è emerso che 4 officine non erano in regola con l’autorizzazione, aggiungendosi quindi alle 21 individuate in precedenza. I lettori ricorderanno il caso di Ostuni, dove a marzo scorso i Forestali hanno denunciato due carrozzieri del posto per abbandono indiscriminato di rifiuti, anche pericolosi, sui colli della Città bianca, un luogo di grande pregio ambientale e paesaggistico.

I controlli effettuati di recente, sono stati indirizzati sia a verificare la titolarità dell’esercizio dell’attività, sia il rispetto delle norme ambientali, soprattutto relative alla gestione dei rifiuti (Decreto Legislativo n. 152 del 2006) e alla disciplina urbanistico-edilizia (Decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001). Inoltre, in quest’ultimo periodo si è avuto anche riguardo sulle misure di sicurezza negli ambienti di lavoro connesse in particolare con l’emergenza pandemica da Coronavirus.

La Legge n. 122 del 1992, che tuttora disciplina l’esercizio di attività di autoriparazione, evidenzia la nota dei Carabinieri Forestali, prevede una sanzione amministrativa di oltre 5mila euro per l’esercizio in assenza di autorizzazione, unita alla confisca di tutte le attrezzature.

All’esito delle attività di monitoraggio condotte dai Forestali nel territorio brindisino, sono state pertanto denunciate alla Procura della Repubblica di Brindisi 6 persone per deposito incontrollato e gestione illecita di rifiuti, poste a sequestro penale 5 officine abusive e sanzionato i responsabili attraverso l’emissione di multe, per un importo complessivo superiore ai 26mila euro.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram gratuito di Ostuni News

- Advertisment -

Parco delle Dune Costiere, in corso le trattative sulla presidenza

La presidenza del Parco delle Dune Costiere resta al momento un rebus ancora irrisolto. Nodi da sciogliere nelle trattative di domina, i reciproci veti...

Aeroporti di Puglia, via al nuovo collegamento Bari/Tirana mentre riparte Brindisi/Zurigo

Dal prossimo 13 giugno la Swiss International Air Lines riattiva su Brindisi il collegamento con Zurigo. In questa prima fase, il volo si articolerà...

Spiagge a misura di bambino: Ostuni conquista la sua nona Bandiera Verde

Dopo la ventiseiesima Bandiera Blu, la Città bianca conquista anche la sua nona Bandiera Verde. Le spiagge di Ostuni si confermano dunque a misura...

Coronavirus, contagi in costante calo: 4 positivi oggi in Puglia, nessuno in provincia di Brindisi

Il numero dei contagi da Coronavirus in Puglia, da giorni in netto calo, si attesta complessivamente a 4494. Di qualche minuto fa il bollettino giornaliero...

Emergenza Xylella, iniziato il monitoraggio 2020

L’emergenza Xylella continua a tenere in scacco il territorio pugliese e, in linea con quanto disposto dall’Unione europea e deliberato dalla Giunta regionale, ha...

Tipicità: il valore identitario del cibo

Molto spesso mi capita di parlare con i produttori locali, ma anche con turisti, di piatti o di prodotti tipici. Mi sono posto una domanda:...
- Advertisment -