E’ stato soccorso questa notte all’interno di una cisterna per il recupero di acqua piovana, nelle campagne di Ostuni, un giovane africano originario del Mali.

L’uomo è stato recuperato grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Ostuni quando era ormai privo di sensi e respirava a fatica.

L’allarme era stato lanciato ieri pomeriggio dai coinquilini del giovane maliano, preoccupati per non averlo visto rientrare a casa.

La chiamata al 115 è giunta poco dopo la mezzanotte quando, sul posto, in contrada Donnagnora, si sono prontamente recati i Vigili del Fuoco e gli operatori del 118 che, dopo aver recuperato il giovane dall’interno della cisterna, profonda circa due metri, lo hanno trasportato d’urgenza presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi dove si trova attualmente ricoverato in prognosi riservata.

Sull’episodio indagano il Commissariato di Polizia di Ostuni, congiuntamente al personale dello Spesal (Servizio per la prevenzione e la sicurezza degli ambienti di lavoro) di Brindisi.

Resta infatti da capire come mai l’uomo si trovasse all’interno della cisterna, in cui in questi giorni si stavano effettuando lavori di verniciatura impermeabilizzanti con una speciale vernice per calcestruzzo.

Bisognerà appurare con certezza se il giovane fosse lui stesso impegnato ad effettuare i lavori di verniciatura- senza utilizzare alcun tipo di protezione- e si sia sentito male per aver respirato le sostanze chimiche contenute nelle vernici che stava utilizzando, rimanendo quindi intrappolato all’interno senza aver modo di allertare i soccorsi.Novità