8.9 C
Ostuni
Giugno 1 2020

Guardia di Finanza, sequestri per commercio illecito di mascherine e disinfettanti

Autorità a lavoro contro manovre speculative sui prezzi e prodotti sanitari non conformi alle norme vigenti

Nel corso dell’ultima settimana, all’esito di specifiche analisi di rischio e riscontro di segnalazioni pervenute da numerosi cittadini a carico di taluni esercizi commerciali, la Compagnia di Ostuni della guardia di Finanza ha sequestrato un migliaio di mascherine, spacciate come dispositivi sanitari di protezione individuale.

In particolare, presso un negozio di Ostuni, dedito alla vendita di prodotti per la casa, sono state individuate decine di confezioni contenenti mascherine “antipolvere”, prive delle necessarie informazioni di sicurezza, composizione e qualità del prodotto nonché di documentazione contabile attestante il regolare acquisto. Il titolare è stato perciò denunciato all’autorità giudiziaria per frode nell’esercizio del commercio.

- Advertisement -

Attuando le direttive fornite ai reparti territoriali dal Comando Generale della Guardia di Finanza, i finanzieri del Comando Provinciale di Brindisi stanno intensificando le attività di controllo economico del territorio per contrastare le condotte di chi, approfittando dell’attuale situazione emergenziale correlata alla diffusione del Coronavirus, si rende responsabile di pratiche anti-concorrenziali attraverso manovre speculative sui prezzi o vendendo prodotti sanitari non conformi alle norme vigenti.

Anche la Compagnia di Fasano, presso un Minimarket, ha rinvenuto e sequestrato 19 taniche contenenti circa 100 litri di disinfettante, che riportavano un’etichetta ingannevole, “Lamuchina”, simile a quella di una nota azienda del settore. Gli accertamenti hanno evidenziato che il prodotto era privo di autorizzazioni alla commercializzazione da parte del Ministero della Salute (obbligatorie per i disinfettanti). Anche in questa circostanza, il titolare della ditta è stato denunciato all’autorità giudiziaria per frode nell’esercizio del commercio e per vendita di prodotti industriali con segni mendaci.

Anche la Compagnia di Brindisi, presso due farmacie di Mesagne, ha sottoposto a sequestro amministrativo oltre 2700 flaconcini di gel igienizzante, privi di etichettatura che non offrivano, quindi, alcuna garanzia sulla loro composizione nonché sulla loro sicurezza ed efficacia.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram gratuito di Ostuni News

- Advertisment -

Coronavirus, contagi in costante calo: 4 positivi oggi in Puglia, nessuno in provincia di Brindisi

Il numero dei contagi da Coronavirus in Puglia, da giorni in netto calo, si attesta complessivamente a 4494. Di qualche minuto fa il bollettino giornaliero...

Emergenza Xylella, iniziato il monitoraggio 2020

L’emergenza Xylella continua a tenere in scacco il territorio pugliese e, in linea con quanto disposto dall’Unione europea e deliberato dalla Giunta regionale, ha...

Tipicità: il valore identitario del cibo

Molto spesso mi capita di parlare con i produttori locali, ma anche con turisti, di piatti o di prodotti tipici. Mi sono posto una domanda:...

Futuro e sostenibilità, riparte la redazione partecipativa del PUMS

Tra le sfide per il futuro che coinvolgono le città vi è quella di rendere gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili, in...

Coronavirus, stabile il calo dei contagi: 8 positivi oggi in Puglia, nessuno in provincia di Brindisi

Il numero dei contagi da Coronavirus in Puglia, da giorni in netto calo, si attesta complessivamente a 4490 . Di qualche minuto fa il bollettino giornaliero della...

Santa Caterina, la consulta di quartiere torna a denunciare criticità mai risolte

Presso la zona artigianale situata in contrada Santa Caterina, il centro di raccolta rifiuti comunale rappresenta da sempre un problema per l’incolumità della salute...
- Advertisment -