Presentata con una conferenza stampa presso la Camera dei Deputati, la terza edizione del Festival della Cooperazione Internazionale aprirà i battenti lunedì 7 ottobre e animerà i principali centri cittadini della Provincia di Brindisi fino a domenica 13 ottobre. L’obiettivo della manifestazione, che quest’anno ha per tema “Persone, comunità, sviluppo inclusivo”, è quello di aprire un dialogo costruttivo tra il mondo della cooperazione internazionale e i cittadini.

Tantissimi gli eventi in calendario per il terzo Festival della Cooperazione internazionale, ideato e promosso da AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), RIDS (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo, composta dalle onlus AIFO, Dpi EducAid, Fish), in partenariato con la Regione Puglia, i Comuni di Ostuni, Brindisi, Cisternino, Ceglie Messapica, Francavilla Fontana, e la ASL di Brindisi.

Il programma si snoda su tre temi principali: il valore assoluto della persona umana; la valorizzazione della solidarietà come dimensione fondamentale delle comunità umane; la capacità inclusiva di uno sviluppo che non lasci nessuno fuori, né indietro. Come sempre, la bussola del Festival sarà l’Agenda 2030 dell’ONU: i 17 obiettivi di Sviluppo Sostenibile saranno la trama di più di 30 eventi con ospiti internazionali.

L’evento di apertura si terrà lunedì 7 ottobre alle ore 20 a Brindisi presso il presso il foyer del Teatro Verdi, con il convegno “Co-operazioni e armonie femminili” in cui confluiranno esperienze di sostegno e condivisione al femminile. Il dialogo proseguirà attraverso l’esposizione delle iniziative dedicate all’educazione alla cittadinanza globale a Ostuni e Taranto. Verranno approfondite tematiche relative a migrazioni, salute mentale, inclusione sociale delle persone con disabilità, finanza etica, alimentazione e agricoltura sostenibili, grazie alle testimonianze dirette di ospiti prestigiosi.

La musica e la cultura del popolo Saharawi saranno al centro della seconda parte della serata con il concerto “Echi mediterranei”, spettacolo eseguito da A. Mohammed (chitarra e voce), V. Chen (danza, voce e tamburo tradizionale), A. Piccinni (chitarra e voce), M. Semeraro (mandolino e oud).

Mostre, conferenze, presentazioni di libri, spettacoli, seminari e percorsi formativi fanno parte del fiume di eventi che costituisce la terza edizione del Festival della Cooperazione Internazionale, di cui è possibile sfogliare l’intero programma scaricabile dal sito ufficiale, oppure consultare la pagina Facebook dedicata alla manifestazione.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News