Aveva lasciato sei cani all’interno della sua auto, chiusa a chiave e con i finestrini socchiusi, senza acqua e in pessime condizioni igienico sanitarie.

Per questa ragione una cinquantaquattrenne di Ceglie Messapica è stata denunciata dai Carabinieri con l’accusa di maltrattamenti e abbandono di animali.

I militari dell’Arma, nel corso di un controllo perlustrativo nelle campagne di Ceglie, avevano notato un’automobile abbandonata in un terreno. All’interno della vettura, che era chiusa a chiave, i carabinieri si sono accorti della presenza di sei cani, che abbaiavano insistentemente: un cane di taglia media, che era libero, e altri cinque cani di dimensioni più piccole, che si trovavano all’interno di trasportini.

Attraverso la targa dell’auto i carabinieri hanno rintracciato la proprietaria, che ha affermato che era impossibilitata a raggiungere il luogo in cui era parchegggiata la sua auto perchè si trovava fuori Ceglie Messapica.

A quel punto, considerata la situazione in cui si trovavano i sei cani, immersi nella sporcizia e negli escrementi, e con la poca aria che riusciva a entrare dai finestrini appena socchiusi, i militari hanno contattato il Servizio Veterinario dell’ASL che ha fatto giungere un medico sul posto. Quest’ultimo, valutata la situazione di pericolo, al fine di tutelare lo stato di salute degli animali, ha chiesto ai militari di interpellare i Vigili del Fuoco per aprire l’autovettura.

Gli animali sono stati pertanto liberati e rifocillati, messi in sicurezza e affidati alle cure del veterinario. Successivamente, sono stati assegnati in custodia ad un canile dove riceveranno tutte le cure necessarie.