La sede locale della Lega specifica in una nota che a Ostuni non è ancora stato individuato un candidato sindaco

La Lega-Salvini Premier della città Bianca interviene, attraverso una nota inviata dal coordinatore cittadino Donato Marangi, sulle prossime amministrive, in programma a maggio del 2019.

Il movimento politico che fa capo al Ministero dell’Interno e vice premier, Matteo Salvini, si dichiara soddisfatta per il crescente interesse nei loro confronti, ma ribadisce di non avere ancora individuato una figura che possa rappresentare il candidato sindaco del partito e delle forze politiche alleate.

«Riteniamo– si legge nella nota- di poter esprimere la nostra viva soddisfazione. Cresce vertiginosamente, infatti, giorno dopo giorno, l’interesse per il progetto politico di Matteo Salvini in vista dell’appuntamento con le Elezioni Amministrative del maggio prossimo nella nostra città. Ma cresce anche e soprattutto il gruppo intorno al coordinatore cittadino Donato Marangi, che vede l’impegno disinteressato e sincero di validi giovani neofiti della politica affiancati da persone già mirabilmente coinvolte nell’amministrazione della città.
Ciò testimonia una volta di più l’egregio lavoro svolto dal coordinamento in questi difficili e talvolta complicati mesi, in un percorso che troverà la sua giusta esplicazione e il suo coronamento in un ottimo risultato elettorale che, ne siamo certi, ci vedrà quale lista trainante della coalizione di Centrodestra, in rima con i riscontri nazionali».

«In queste settimane,- continua la nota- il gruppo formatosi si riunisce regolarmente, e sono già state numerose le idee emerse che andranno a redigere un programma efficace che possa dare un volto nuovo e decoroso alla nostra Ostuni. Tuttavia, di concerto con gli esponenti delle altre forze politiche alleate, ancora si ragiona e si discute sulla figura del candidato sindaco da sostenere, una candidatura che rinsaldi ulteriormente una coalizione già perfettamente in sintonia e pronta a ragionare finalmente sui fatti e con i fatti, lasciando agli avversari la vana arte del parlare».

«Pertanto,- conclude la nota- i nomi apparsi sugli organi di informazione non appartengono al nostro movimento politico. Proseguiremo il lavoro intrapreso con la volontà e la forza che sinora ci hanno contraddistinti, per ripagare pienamente la fiducia di quanti quotidianamente si affidano a noi per una Ostuni davvero rinnovata ed efficiente».