«L’uomo è una creatura maledetta o un essere patetico che baratta il coraggio con la furbizia? Sono l’amore e la bontà a governare il mondo? O invece è la rabbia?»

Queste ineluttabili domande sono parte intrinseca dello spettacolo “Kitharodos-installazione in arte di corpi, voci e sguardi” che andrà in scena stasera, sabato 20 luglio, alle ore 21.00, nell’anfiteatro del Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano, a Ostuni.

Lo spettacolo sarà messo in scena nell’ambito del Festival Ad Theatrum “Luoghi, Voci e Suoni del Mediterraneo” dalla compagnia “Teatro Steinhof -La Casa di Pietra”, fondata nel 1986 da Alessandro Fiorella e costituita da attori, danzatori e musicisti di diversa provenienza.

La rappresentazione teatrale è inoltre coprodotta dall’Istituzione Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale e dalla Fondazione Tiziana Semerano.

Alessandro Fiorella, che in questo spettacolo è regista e protagonista, andrà in scena insieme a Carmela Cariulo, Antonio Aguila Carralero, Silvia Fiorella, Renè Fiorella e Angela Semerano.

Lo spettacolo mette in scena un’orchestra di personaggi che scrivono una sinfonia di situazioni. Ogni personaggio viene descritto con epiteti che sembrano accompagnati da un’ombra o da una lanterna che rende il racconto intimo, nonostante la drammaturgia assuma una tensione verso l’universale, attraverso paesaggi e volti impressi nella memoria e nel corpo.

Le musiche dello spettacolo sono state composte da Alessandro Basile e Mauro Semeraro, le coreografie sono di Antonio Aguila Carralero, Rosa Cariulo e Carmela Cariulo, l’allestimento luci è curato da Antimo Frascaro e l’audio è a cura di Nicola Farina.

Per informazioni e prenotazioni sullo spettacolo telefonare ai seguenti numeri:
3311006503-3914615581.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News