I forti temporali e la pioggia battente che si sono abbattuti su gran parte del Sud Italia nel pomeriggio e nella serata di ieri, domenica 12 maggio, hanno provocato numerosi disagi.

Anche Ostuni è stata interessata dalla brusca ondata di maltempo che ha registrato numerose difficoltà legate soprattutto alla circolazione stradale.

I problemi maggiori si sono registrati sulle strade provinciali che collegano Ostuni a Ceglie Messapica e a Cisternino, dove molti tratti risultavano completamente allagati.

Inoltre i forti temporali che si sono abbattuti sulla Città Bianca fin dal pomeriggio hanno fatto sì che alcune contrade siano rimaste per qualche ora senza corrente elettrica.

Il maltempo non ha risparmiato neanche le altre province pugliesi provocando non pochi problemi al comparto agricolo.

Particolarmente difficile la situazione nel barese e nel tarantino dove, sia gli alberi di ciliegie che e i vigneti, hanno subìto danni provocati da pioggia e grandine.

A tal proposito Coldiretti Puglia, qualche giorno fa, aveva già lanciato l’allarme riferito alla precedente ondata di maltempo che ha colpito la nostra regione in questa primavera che sembra inverno.

«Siamo di fronte alle evidenti conseguenze dei cambiamenti climatici anche in Puglia– afferma Coldiretti- dove l’eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai la norma, con una tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi che compromettono le coltivazioni nei campi con pesanti costi a carico dell’agricoltura, tra perdite della produzione e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne».

Le previsioni meteo per i prossimi giorni non sono confortanti. L’allerta meteo diramata dalla Protezione Civile parla di tempo instabile anche nei prossimi giorni.

Almeno fino a giovedì su tutta la Puglia sono previsti ancora pioggia, vento e abbassamento della temperatura.Novità