Un nuovo caso di violenza domestica e lesioni ai danni di una donna, si è consumato nella Città bianca. A renderlo noto, una comunicazione ufficiale della Polizia di Stato, che ha eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare nei confronti di un cittadino albanese per il reato di maltrattamenti in famiglia aggravati.

Per il quarantaduenne incensurato X.V., cittadino di origini albanesi residente a Ostuni, è scattata nelle scorse ore la disposizione di allontanamento dal tetto coniugale, con contestuale obbligo di mantenersi a non meno di 250 metri dalla moglie e dai luoghi abitualmente frequentati dalla donna.

Nel corso degli accertamenti avviati a seguito della denuncia depositata da parte della vittima presso gli uffici del Commissariato di Polizia di Ostuni, gli agenti hanno appurato che le violenze, fisiche e psicologiche, si sono protratte per diverso tempo e sono state messe in atto anche alla presenza delle figlie minori, sino a rendere insostenibile la convivenza.

Il provvedimento restrittivo è stato firmato dal Giudice per le Indagini Preliminari, in perfetto accordo con le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Brindisi e condotte dal personale del Commissariato di Polizia di Stato della Città bianca.

La Polizia di Stato insiste sulla necessità di rivolgersi tempestivamente alle istituzioni competenti, denunciando i casi di maltrattamenti familiari, per riuscire a prevenire episodi di violenza anche più gravi.Novità