Michele Emiliano, governatore uscente, ha vinto le primarie del centrosinistra celebratesi nella giornata di domenica 12 gennaio in 270 seggi e partecipate da circa 80mila votanti. Il centrosinistra pugliese ha scelto il candidato che guiderà la coalizione alle elezioni regionali della prossima primavera, attribuendo a Michele Emiliano poco oltre il 70% delle preferenze. Fabiano Amati raccoglie il 14% dei voti, Elena Gentile il 12% e Leonardo Palmisano il 3%.

A Ostuni, come in tutta la provincia di Brindisi, netta è stata l’affermazione del consigliere regionale democratico Fabiano Amati. Presso il seggio allestito nella sede del Partito Democratico in viale dello Sport, hanno votato complessivamente 585 persone, di cui 265 per Amati, 260 per la Gentile, 44 per Emiliano e 13 per Palmisano.

Complessivamente in Provincia di Brindisi Fabiano Amati ha ottenuto 4.729 voti a fronte dei 3.755 voti di Emiliano, con un distacco di circa mille voti. Lontani gli altri due candidati, con Elena Gentile  che raggiunge 819 preferenze, mentre Leonardo Palmisano solo 137.

Emiliano sbanca con 17.913 consensi  nel Salento, dove i votanti sono stati in tutto 21.507 e raggiunge l’83%; Amati si attesta al 6% con 1.441 voti, seguito dalla Gentile sempre al 6% con 1.418 voti, mentre Palmisano raggiunge il 2% con 561 voti.

Nella corsa per la presidenza della Regione Puglia, il governatore uscente sfiderà Raffaele Fitto, candidato del centrodestra, e quello che sarà il candidato del Movimento 5 Stelle.

«Da domani si comincia a scrivere il programma – ha dichiarato Michele Emiliano a margine dello spoglio – dovrò continuare a fare il presidente della Regione e quindi la mia campagna elettorale sarà soprattutto continuare a lavorare per la Puglia e costruire insieme agli altri il programma per i prossimi 5 anni».

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News