A distanza di pochi giorni da un divieto di avvicinamento nei confronti di un uomo che per vent’anni a Ostuni aveva vessato la sua compagna, scatta un altro provvedimento simile.

In seguito alla denuncia per stalking presentata dalla sua ex compagna, un pregiudicato di origini napoletane di 37 anni è stato raggiunto a Ostuni da un’ordinanza di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna e dai suoi genitori.

L’uomo dovrà osservare una distanza di non meno di 500 metri e non potrà comunicare con alcun mezzo né con la donna né con i familiari di lei.

Il provvedimento restrittivo è stato firmato dal Giudice per le Indagini Preliminari, in perfetto accordo con le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Brindisi e condotte da personale del Commissariato di Polizia della Città Bianca.

Nel corso degli accertamenti scaturiti dalla denuncia della donna, i poliziotti hanno potuto appurare che le violenze, sia fisiche che psicologiche, nei confronti della vittima si sono protratte per diverso tempo e in più occasioni le hanno procurato anche delle lesioni.
La vittima, presa dal panico e dal timore di innescare ancora maggiore violenza da parte dell’ex compagno, non si è neppure recata in ospedale.

La malcapitata è stata più volte minacciata dall’uomo, che non accettava la fine della loro relazione e la trattava come fosse un oggetto di sua esclusiva proprietà.

«Ancora una volta– ribadisce una nota diffusa dalla Questura di Brindisi- si pone l’attenzione sulla necessità di rivolgersi immediatamente alle Istituzioni e presentare immediata denuncia al fine di scongiurare ben più gravi conseguenze».

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News