I 100 anni di Peppinella Putignano

Ha raggiunto ieri l’ambizioso traguardo di un secolo di vita, Peppinella Putignano, nata a Ostuni il 2 febbraio del 1919.

Nonna Peppinella, circondata dai suoi due figli, dai nipoti, dai parenti e da tanti amici, ha spento sulla torta le candeline che simboleggiano i suoi 100 anni ricchi di vita, generosità e amore per il prossimo.

Giuseppina Putignano, da tutti conosciuta come ‘Peppinella’, ha condotto una vita semplice, dedicandosi amorevolmente alla famiglia e lavorando sodo per garantire ai suoi figli un futuro sereno e dignitoso. Rimasta vedova ad appena quarant’anni, Peppinella diventa in breve tempo per la comunità locale una preziosa risorsa perchè, imparando a fare l’infermiera, inizia così a lavorare a domicilio. Nella sua lunga vita ha alleviato le sofferenze di tanti concittadini, allevando amorevolmente suo figlio Vito, il primogenito, assieme a Titina, la sua seconda figlia.

Durante la grande festa organizzata in suo onore a casa di Vito e Filomena, la sua devota nuora, nonna Peppinella ha ricevuto la gradita visita del sindaco Gianfranco Coppola, che le ha voluto esprimere i suoi auguri e quelli di tutta la città di Ostuni, regalandole un grande fascio di rose rosse.

«Per quanto queste circostanze siano rare – ha affermato il sindaco Coppoladevo ammettere che a Ostuni si oltrepassa la soglia dei cento anni forse più che altrove. Da sindaco, posso dire con piacere che ho avuto spesso la fortuna di portare il saluto delle istituzioni in occasione di queste felici ricorrenze. Un sogno stasera si è avverato per Peppinella: quello di compiere un secolo attorniata dall’affetto di figli, nipoti e pronipoti. Una soddisfazione che non ha paragoni».