Orrore e sgomento a Carovigno per l’uccisione di un cane, Remì, brutalmente colpito con un’arma da fuoco, in via Mascagni, in pieno centro abitato.

Ha perso la vita in questo modo crudele e assurdo questa mattina Remì, un meticcio simpatico e giocherellone che in paese era conosciuto e amato da tutti.

Erano circa le 8.30 quando qualcuno ha sparato, in pieno centro cittadino, un colpo di arma da fuoco contro Remì. La raccapricciante scena di Remì, riverso a terra in una pozza di sangue, ha provocato indignazione e commozione.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni e gli agenti di Polizia Municipale di Carovigno, che insieme stanno indagando su chi possa aver compiuto un gesto esecrando e raccapricciante che non ha giustificazione alcuna.

I volontari di Ostuni e Carovigno dell’Oipa (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) hanno scritto così su un post pubblicato sulla loro pagina Facebook: «Remi’ è stato sparato con un colpo secco, colpito, fatto pochi passi e morto in mezzo ad una strada questa mattina verso le 8,15, in pieno centro cittadino.Ad un orario in cui c’è traffico pedonale e veicolare, in cui una mamma porta i bambini all’asilo».
Questo atto non deve rimanere impunito, il colpevole deve essere trovato e punito!!!!
Rappresenta un pericolo per l’intera comunità!
Le indagini da parte dei Carabinieri sono in corso ma chiunque abbia informazioni utili, facciamo appello alla coscienza di ciascuno, di darle il prima possibile.
Un atto di una pericolosità sociale molto grave”.

Intanto il Pubblico Ministero di Turno presso la Procura di Brindisi, ha disposto l’esame autoptico sul povero Remì, per capire quale arma abbia sparato, affinché sia al più presto individuato il responsabile dell’orrendo gesto.