L’onorevole ostunese del Movimento Cinque Stelle Valentina Palmisano, si è fatta concreta portavoce delle esigenze della comunità locale in Parlamento, in merito alla questione dell’interminabile completamento della nuova ala dell’Ospedale di Ostuni. Tra i problemi che da tempo affliggono il nosocomio ostunese, vi è appunto l’ampliamento della struttura sanitaria attraverso la realizzazione di una piastra collegata, in costruzione da quindici anni, che ha gravato sulla spesa pubblica per circa 6milioni di euro.

«La legge di bilancio, come tutti sanno, è arrivata alla Camera “blindata” – si legge in una nota diffusa alla stampa dall’on. Valentina Palmisano – nel senso che nessun deputato ha potuto apportare modifiche. Quello che ho potuto fare però, è stato impegnare il Governo con un importante ordine del giorno, a procedere, nel più breve tempo possibile, a sottoscrivere accordi di programma con le Regioni in tema di edilizia sanitaria.

 In particolare, in tema di completamento delle opere di ampliamento di ospedali, che, in molti casi, come quello di Ostuni, non sono state portate a termine anche a distanza di anni dall’inizio dei lavori. Questo significa che ci sono buone opportunità per il nostro Ospedale. Il mio obiettivo – conclude l’on. Palmisano – è quello di contribuire a fare del nostro territorio un posto migliore e per fare questo bisogna partire dai servizi di prima necessità, tra cui c’è una efficiente sanità».

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News