Sono state consegnate nella mattinata di oggi, giovedì 17 ottobre, a tutti gli alunni delle due scuole elementari ostunesi, delle originali borracce in alluminio.

L’iniziativa, promossa dall’amministrazione comunale, è stata pensata per abbattere notevolmente l’utilizzo della plastica. Gli alunni delle scuole elementari “E. Pessina” e “San Giovanni XXIII” da domani faranno dunque a meno di portare con sé la classica bottiglietta d’acqua da mezzo litro, preferendo l’opzione ecologica della borraccia fornita dal Comune di Ostuni.

Come promesso a inizio mandato, il sindaco Guglielmo Cavallo ha disposto l’acquisto e la personalizzazione delle borracce donate agli studenti, al fine di promuovere il rispetto per l’ambiente e «disegnare un progetto sociale più responsabile e consapevole per la Ostuni del presente e del futuro».

«Il messaggio che vogliamo dare è che con buone pratiche come questa – spiega Antonella Palmisano, assessore alla Pubblica Istruzione – è possibile sensibilizzare in maniera efficace i bimbi della nostra città, e di conseguenza anche i loro genitori».

Ma non ci sono soltanto le scuole. Con l’ordinanza n. 221 siglata lo scorso 18 luglio dal sindaco Guglielmo Cavallo, la Città bianca ha acquisito il titolo di secondo comune Plastic Free di Puglia, scegliendo di limitare fortemente l’utilizzo della plastica monouso nelle attività produttive del nostro territorio.

«Insieme – dice Paolo Pinna, assessore all’Ambiente – dobbiamo capire come sviluppare ulteriori azioni concrete per ridurre il consumo di plastica, per migliorare la qualità ambientale: sono temi sui quali una città come Ostuni deve e può investire».

Le borracce regalate ai bambini, oltre a recare il logo “Ostuni Plastic Free” e lo stemma del Comune di Ostuni, sono corredate di un importante messaggio: “Più ci saranno gocce d’acqua pulita, più il mondo risplenderà di bellezza”, una famosa frase attribuita a Madre Teresa di Calcutta.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News