Pallavolo 2000 Ostuni batte la Matervolley Castellana e centra momentaneamente il quarto posto in classifica, ultima piazza utile a proseguire la stagione attraverso i playoff.

La contemporanea sconfitta del Ruffano in quel di Martina Franca, ha infatti permesso all’Orthogea di superare i salentini, sconfitti nel turno precedente a domicilio proprio dagli ostunesi.

Al PalaCeleste della Città bianca, la battaglia agonistica contro i giovani in forza al Castellana è stata lunga e senza esclusione di colpi, ma alla fine il tiebreak ha sorriso ai padroni di casa che con i due punti conquistati salgono ad una lunghezza di vantaggio sui diretti rivali di Ruffano, quando mancano ancora due giornate alla fine della regular season.

Le due squadre, divise da appena sei punti, si sono affrontate a Ostuni sul parquet del tensostatico. Il primo set è dominato dai giovanissimi atleti di coach Fanizza, abili a scandire l’approccio al match con lucidità ed efficacia, a dispetto di un irriconoscibile team padrone di casa, distanziato per tutto il parziale fino al 17-25 dello 0 a 1.

Il secondo parziale si presenta anche peggio, l’Ostuni è falloso, nervoso e contratto, come attesta l’iniziale punteggio di 1 a 8 che ammutolisce il PalaCeleste. I mister Viva e Bianchi richiamano i propri ragazzi in panchina e ancora una volta dimostrano di saper toccare i tasti giusti: i gialloblu rientrano nel match e si aggiudicano il secondo parziale 25-23, concedendo il bis nel terzo set vinto 25-21.

Nel quarto, però, i padroni di casa accusano il calo conseguente agli sforzi profusi e subiscono l’esuberanza degli ospiti che impattano il 2 pari (20-25), trascinati da uno scatenato Milano (25 punti a referto). Il set di spareggio torna nelle mani dell’Orthogea, vittoriosa 15-10 e dunque 3 a 2.

Per abbattere la resistenza della Matervolley è determinante la solita prestazione super di A. Polignino, che con 27 punti personali torna miglior realizzatore di giornata, ma anche il contributo offerto a gara in corso dallo schiacciatore A. Nacci (13), mentre si segnala l’utilizzo in pianta stabile di un altro gioiello del settore giovanile ostunese, il centrale Zurlo.

Due punti di fondamentale importanza per l’Orthogea, per salire momentaneamente al quarto posto e diventare così padrona del proprio destino nei restanti appuntamenti della stagione regolare: sabato 9 la trasferta a Triggiano, domenica 16 marzo l’incontro casalingo con Lecce.