Sospese le attività di un bar, di una piscina e di una palestra annesse a un agriturismo ubicato a Ostuni perché prive delle necessarie autorizzazioni

In seguito a un controllo effettuato dai carabinieri del Nas (Nucleo antisofisticazioni e sanità) di Taranto è stata disposta la sospensione delle attività di una piscina, di una palestra e di un bar annessi a un agriturismo ubicato a Ostuni.

L’attività ispettiva condotta congiuntamente dai carabinieri del Nas e dal personale del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Brindisi, ha portato alla luce che il titolare dell’azienda agrituristica-di cui i carabinieri non rendono noto il nome- aveva attivato, all’interno della struttura, una piscina riservata ai clienti e una palestra, senza aver presentato né la Dia (Dichiarazione di inizio attività) per la piscina né la Scia (Segnalazione Certificata di inizio attività) per la palestra.

E’ stato inoltre accertato che l’imprenditore aveva avviato un bar per la somministrazione delle prime colazioni ai clienti, ricavato all’interno di una veranda, insieme a un deposito di alimenti privo dei requisiti, senza aver presentato la Scia al Comune di Ostuni.

In merito a quanto riscontrato, il dirigente del Suap (Sportello Unico per le Attività Produttive) del Comune ha emesso ordinanza di cessazione immediata delle attività di piscina e palestra, mentre il dirigente del Sian (Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione) della Asl brindisina ha emesso un’ordinanza di sospensione immediata per ciò che attiene le attività alimentari.Novità