Controlli della Guardia Costiera nel porticciolo di Villanova per arginare il fenomeno degli ormeggi abusivi

La Guardia Costiera sta effettuando una serie di controlli lungo la costa brindisina per arginare l’annoso fenomeno degli ormeggi abusivi.

Dopo gli accertamenti e le verifiche a Santa Sabina, nella giornata di ieri, giovedì 17 ottobre, è stata la volta del porticciolo di Villanova.

I militari della Sezione Polizia Marittima Ambiente e Difesa costiera della Capitaneria di Porto di Brindisi, congiuntamente al personale in forza alla Delegazione di Spiaggia di Villanova, hanno notificato ai proprietari l’immediata rimozione delle unità ormeggiate prive di titolo autorizzativo.

I natanti dovranno essere necessariamente rimossi entro il prossimo 25 ottobre; in caso di inadempienza, i militari procederanno, di concerto con la competente Autorità Giudiziaria, alla rimozione forzata, oltre che all’adozione di tutte le azioni penali previste per l’occupazione abusiva del demanio marittimo, incluso l’addebito delle spese di rimozione e custodia. Nei casi in cui i proprietari dovessero rimanere ignoti, si potrà procedere anche alla vendita all’asta dei beni.

L’operazione, rende noto la Guardia Costiera, si inserisce nell’ambito di una serie di interventi finalizzati a garantire il rispetto della legalità lungo il litorale brindisino e che interesseranno, inoltre, la pesca di frodo e la commercializzazione dei prodotti ittici.

Per qualsiasi segnalazione si ricorda che sono attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 il numero di centralino della sala operativa 0831521022 e la casella di posta elettronica cpbrindisi@mit.gov.it mentre, per le sole emergenze in mare, il numero blu 1530.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News