8.9 C
Ostuni
4 Aprile 2020

Puglia, Coronavirus: le disposizioni della task – force regionale

Al momento nella nostra regione non esiste nessun caso di contagio, pertanto il nucleo di valutazione invita a mantenere alta la guardia, senza farsi prendere dalla psicosi collettiva

Sono racchiuse in quattro punti le disposizioni della task – force regionale riunitasi nella mattinata di oggi, lunedì 24 febbraio, per gestire l’emergenza Coronavirus in Puglia. È giusto ricordare che al momento nella nostra regione non esiste nessun caso di contagio, pertanto il nucleo di valutazione invita a mantenere alta la guardia, senza farsi prendere dalla psicosi.

Tornando a quanto disposto oggi, sarà effettuato il censimento di tutti coloro che in queste ore stanno rientrando dal Nord in Puglia attraverso la collaborazione dei medici di base, tenuti a prendere nota di possibili situazioni sospette e a somministrare la compilazione di un questionario.

- Advertisement -

Analogamente, sono state attivate le opportune misure di assistenza nei confronti di tutti i turisti che continuano a venire in Puglia.

È stata avviata la predisposizione di reparti specifici presso i nosocomi abilitati nel caso di una reale emergenza, con l’attivazione immediata delle unità di Malattie Infettive.

A tutti i cittadini pugliesi infine, viene rivolto l’appello a non presentarsi direttamente negli ospedali, ma a contattare i numeri di emergenza 1500 e 118 in caso di sintomi sospetti, diffidando in maniera categorica di qualsiasi informazione che non sia stata validata dalle autorità.

Esistono delle disposizioni nazionali secondo cui tutti i cittadini che hanno sostato nelle zone focolaio del virus in Lombardia e Veneto, sono obbligati a comunicarlo alle ASL di riferimento. I membri della task – force pugliese garantiscono di seguire la situazione con particolare attenzione e sottolineano la necessità di seguire pedissequamente le disposizioni degli esperti.

In virtù di queste decisioni, diversi ospedali hanno adottato misure restrittive d’accesso, come l’ingresso consentito a un solo accompagnatore nei Pronto Soccorso e a un paziente per volta negli ambulatori dei reparti per le viste mediche. Sospese tutte le visite guidate dei pellegrini e dei gruppi di preghiera alla casa “sollievo della sofferenza” di San Giovanni Rotondo, dove giungono, soprattutto nei weekend, migliaia di persone.

Misure di sicurezza a scopo precauzionale sono state adottate anche in alcuni Tribunali di Puglia, dove è ammesso l’ingresso esclusivamente ai titolari delle cause, che si celebrano a porte chiuse. Sospesi infine tutti i campionati di Rugby e Pallavolo fino al primo marzo.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram gratuito di Ostuni News

- Advertisment -

Coronavirus, dalla Regione altri 11,5 milioni ai Comuni

La giunta regionale pugliese ha approvato la delibera di assegnazione in favore dei Comuni pugliesi di 11 milioni e 500mila euro, ripartita assumendo come...

Ospedale Ostuni, l’emergenza Coronavirus spinge verso la chiusura temporanea Chirurgia e Ortopedia

Dal prossimo lunedì 6 aprile, l’Asl di Brindisi ha disposto la sospensione temporanea delle attività relative ai reparti di Chirurgia Generale e Ortopedia presso...

Guardia di Finanza, sequestri per commercio illecito di mascherine e disinfettanti

Nel corso dell’ultima settimana, all’esito di specifiche analisi di rischio e riscontro di segnalazioni pervenute da numerosi cittadini a carico di taluni esercizi commerciali,...

Ostuni piange il primo decesso da Coronavirus

La città di Ostuni piange la sua prima vittima di Covid-19, il dannato Coronavirus che sta profondamente cambiando la vita e la contemporaneità locale,...

Coronavirus, sale a 2182 il numero dei contagiati in Puglia

Sale a 2182 il numero complessivo dei contagiati da Coronavirus in Puglia. Di qualche minuto fa il bollettino giornaliero della protezione civile regionale, in cui si comunica...
- Advertisment -
- Advertisment -