Si aprono le porte del carcere per un ventiquattrenne che nel dicembre 2017 si rese responsabile di una rapina a mano armata ai danni di una tabaccheria di Ostuni, ubicata in via Nino Sansone.

Il giovane ostunese, arrestato il 1° gennaio 2018,in seguito alle indagini eseguite dal Commissariato di Polizia della Città Bianca, trascorse quattro mesi in carcere e poi fu ammesso a un periodo di affidamento in prova ai Servizi sociali, in attesa che la pena di due anni e quattro mesi di reclusione, ottenuta grazie al patteggiamento, divenisse definitiva.

Ieri l’uomo è stato quindi condotto nella casa circondariale di Brindisi dai poliziotti de Commissariato ostunese, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso a seguito del pronunciamento della Corte di Cassazione.Novità