In arrivo 4 milioni di euro destinati ai Comuni pugliesi affinché rimuovano i rifiuti presenti sulle aree costiere. Ad autorizzare il contributo straordinario è stata la Giunta regionale per andare incontro ai Comuni che spesso hanno difficoltà a racimolare il denaro necessario per ripulire l’ambiente.

L’obiettivo del contributo finanziario è quello di liberare dal degrado molte zone costiere interessate dall’annoso fenomeno dell’abbandono illecito dei rifiuti che, accumulandosi a quelli portati a riva dalle correnti marine, danneggiano l’ambiente e la salute pubblica, oltre a deturpare il paesaggio.

Comuni pugliesi quali Ostuni, Carovigno, Brindisi e Fasano potranno quindi richiedere un contributo. Ovviamente si dovrà tener conto che i fondi non potrebbero bastare per tutti i Comuni che ne faranno richiesta; ragion per cui potrebbe essere stilata una graduatoria, in base a ordine di arrivo delle domande e priorità.

Già nello scorso dicembre la Regione Puglia aveva deciso di destinare, dal 2019 al 2021, una quota dell’ecotassa– nello specifico 4 milioni di euro- per sostenere i Comuni nella rimozione dei rifiuti presenti sui litorali pugliesi.

La Giunta regionale ha inoltre stabilito che, per accedere al contributo, i Comuni interessati dovranno inviare una scheda di richiesta di ammissione, che comprenda anche il progetto di intervento, entro trenta giorni dal giorno successivo alla pubblicazione del provvedimento sul bollettino ufficiale della Regione Puglia. La domanda dovrà essere inoltrata, esclusivamente, a mezzo posta certificata, all’indirizzo Pec: serv.rifiutiebonifica@pec.rupar.puglia.it.Novità