L’estate è alle porte ed è cominciata la ricerca delle migliori opportunità per un viaggio con la famiglia o gli amici, sfruttando le occasioni più vantaggiose offerte dal digitale.

La maggior parte dei vacanzieri si affida al web per la ricerca della migliore soluzione per le vacanze, rischiando però di incappare in una truffa, soprattutto per quanto riguarda case vacanze non conformi alle aspettative o, talvolta, come raccontano alcuni casi di cronaca, addirittura inesistenti.

Ma come agire in sicurezza sul web? La Polizia postale di Bari, l’Unione Nazionale Consumatori e la piattaforma digitale Subito.it offrono alcuni consigli per evitare brutte sorprese; dal trovarsi lontano dal mare quando si era prenotato l’alloggio a due passi dalla spiaggia, a finire in una catapecchia quando si era pagata una location da sogno.

Il vademecum racchiude una serie di consigli per «indirizzare l’utenza ad un uso consapevole della rete-come afferma Ida Tammaccaro, Dirigente del Compartimento Polizia Postale di Bari- e dei pagamenti online e contrastare le truffe messe in atto sul web, anche attraverso la chiusura degli spazi virtuali non sicuri».

Di seguito sono elencate le 8 regole da seguire per non incappare in eventuali truffatori via web:

1.Le immagini mostrate nell’annuncio devono essere realistiche, complete e non troppo patinate. Per verificare la coerenza e veridicità tra immagini e case, utilizzate un motore di ricerca web di immagini su cui caricare le foto presenti nell’annuncio e controllate che non si tratti di foto da repertorio ma di scatti di una casa reale.

2.Descrizione completa e dettagliata dell’immobile. Per capire se l’immobile e la zona (distanza dal mare, posizione centrale…) corrispondono alla descrizione fatta nell’annuncio, cercate la strada indicata sulle mappe disponibili nel web e, una volta trovato il luogo esatto, visualizztelo tramite satellite.

3.Contattare l’inserzionista via chat. Per conferme ulteriori, prendete contatto con l’inserzionista tramite la chat della piattaforma, chiedete informazioni e foto aggiuntive sull’immobile e approfondite con una chiacchierata chiedendo il numero di telefono, possibilmente fisso.

4.Prezzo dell’immobile adeguato. Per capire se un prezzo è alto, basso o adeguato è opportuno fare una ricerca sulla zona tramite la piattaforma in cui è presente l’annuncio, utilizzando anche un motore di ricerca e controllando se il prezzo non sia troppo basso ma in linea con la località e la struttura della casa. Se l’affare è troppo ghiotto, forse qualcosa forse non va.

5.Incontro con l’inserzionista. Per verificare che tutto sia regolare, incontrate- ove possibile- l’inserzionista per una visita della casa e per consegnare l’importo dovuto di persona.

6. Richiesta e valore caparra. La richiesta di una caparra è legittima, purché non superiore al 20% del totale.

7. Documenti di identità. Non inviate documenti personali: carta d’identità, patente o passaporto non devono mai essere condivisi in quanto potrebbero essere utilizzati per fini poco leciti.

8. Pagamenti. Effettuate pagamenti solo su IBAN o tramite metodi di pagamento tracciato. L’IBAN bancario deve essere riconducibile a un conto corrente italiano che è possibile verificare tramite strumenti come IBAN calculator

Le 8 regole d’oro sono disponibili sulle piattaforme e sui social di Subito, Polizia Postale e delle Comunicazioni e UNC.Novità