spot_imgspot_imgspot_img
8.9 C
Ostuni
Aprile 13 2024

Secchiata d’acqua su musicisti, il sindaco Pomes: ‘Non è questa la giusta strada’

Anche il sindaco di Ostuni, Angelo Pomes, ha commentato la vicenda della secchiata d’acqua lanciata da un residente, probabilmente infastidito dalla musica, addosso a due musicisti che, a ridosso di Piazza Sant’Oronzo, stavano congedandosi rispettando gli orari della cosiddetta movida estiva.
“Farsi giustizia da soli in un paese civile non è tollerabile – ha spiegato il primo cittadino attraverso i propri profili social – Poi tra l’altro di quale giustizia parliamo se nel caso di specie l’esibizione musicale, piano e voce, si svolgeva entro gli orari ed i limiti consentiti.
Il danno all’immagine della nostra città, a distanza di pochi mesi da un analogo episodio, è grave. A nulla valgono le giustificazioni di gesti estremi mossi dalla esasperazione della “movida molesta”.
Non è questa la giusta strada. In questo modo si vanificano i nostri importanti sforzi di garantire un clima di serenità e dialogo, all’interno del quale, contemperare le legittime istanze di riposo e quiete dei residenti con le altrettanto legittime istanze di tutti gli esercenti che con estremo impegno, attraverso il rispetto delle regole e l’organizzazione costante di eventi di qualità, contribuiscono a rendere viva ed accogliente la nostra amata città.
Gli errori di pochi, dell’una e dell’altra categoria, contribuiscono ad arrecare un notevole danno d’immagine alla città ed impediscono la crescita del nostro territorio in termini di qualità dell’offerta turistica e del miglioramento della fruizione e della vivibilità delle suddette aree.
Prendiamo le distanze in maniera netta e determinata da questo episodio e da ogni genere di sopruso o violenza. Nessun regolamento, ordinanza o controllo sono sufficienti se alla base non si ripristinano i concetti basilari della civile convivenza, del reciproco rispetto e del recupero di un indispensabile senso civico.
La strada da percorrere è ancora molta in termini di serena convivenza, moderna accoglienza e fruizione, ripristino del decoro urbano e sociale. Auspichiamo che questo grave episodio sia sanzionato e rappresenti l’ultimo strascico di una città pronta a ripartire e mettersi in gioco con le tante forze ed energie positive presenti nel tessuto economico e sociale”.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram gratuito di Ostuni News

- Advertisment -
- Advertisment -spot_img