Cercasi volontari che possano aiutare a presidiare un tratto di costa di Ostuni per proteggere i nidi di fratino.

Il fratino è un piccolo uccello costiero a rischio estinzione, che nidifica a terra deponendo le uova sulla sabbia o tra i ciottoli, tra i mesi di marzo e luglio. Da qualche anno il fratino è tornato a nidificare lungo la costa di Ostuni. Qui bagnanti, turisti e curiosi hanno imparato a conoscere un uccello straordinario, bellissimo, ma molto vulnerabile con enormi problemi nel portare a termine la riproduzione.

Si tratta infatti di un uccello a rischio estinzione, il cui numero di esemplari diminuisce sempre di più anno dopo anno. Il fratino nidifica a terra, sulla sabbia o sulla costa rocciosa, pertanto nel periodo estivo la fase della cova è spesso interrotta e disturbata da bagnanti che, senza volerlo, si avvicinano troppo.

Proprio per la particolarità e la delicatezza dei nidi, le uova rischiano di restare schiacciate dal calpestio di bagnanti distratti oppure di diventare preda di cornacchie o di cani lasciati liberi senza guinzaglio.

Anche quest’anno, come già l’anno scorso, il fratino ha scelto un tratto di costa del litorale ostunese per nidificare. «In questo momento– afferma il naturalista ostunese Enzo Sumaè presente un unico nido, l’ultimo di questa stagione, e proprio perché siamo già nel pieno dell’estate è questo il momento in cui il fratino ha bisogno dell’aiuto dell’uomo. Si cercano persone che abbiano la volontà di passare qualche ora del proprio tempo libero, soprattutto per questa domenica (ma anche in settimana), da mettere a disposizione per la tutela e la conservazione di una specie a rischio estinzione. Il luogo di nidificazione è facilmente raggiungibile e si trova lungo la costa rocciosa del territorio di Ostuni. Il luogo esatto verrà comunicato agli interessati. Si tratta solo di passare un po’ di tempo, armati di binocolo, per vigilare affinché nessuno si avvicini troppo al nido o sosti nelle vicinanze. Il presidio è lo strumento più efficace per la tutela dei nidi a rischio e dovrà essere attuato fino al momento della schiusa delle uova, restano ancora un paio di settimane massimo. Dopo i pulcini saranno subito attivi e si sposteranno da soli seguendo il genitore».

Chi volesse contribuire ad aiutare la riuscita della schiusa delle uova del fratino può contattare direttamente Enzo Suma inviando un sms o un messagggio Whatsapp al numero 373.5293970.Novità