Dovrà scontare una condanna di otto mesi e pagare una multa di 300euro, Z.E.M., nato in Marocco nel 1982, tratto in arresto dagli agenti del Commissariato di Polizia di Ostuni.

Su disposizione del Tribunale Penale di Lecce, che nella giornata di ieri, martedì 11 giugno emetteva un ordine esecutivo di carcerazione, l’uomo è stato arrestato e condotto presso la Casa circondariale di Brindisi nelle scorse ore.

Dichiaratosi senza fissa dimora, il 37enne è stato abilmente rintracciato dai poliziotti del Commissariato della Città Bianca che, attraverso l’aquisizione di alcune determinanti informazioni, unitamente alla conoscenza del territorio, riuscivano a trovare l’abitazione dell’individuo.

Già noto agli agenti di Polizia, intervenuti in più occasioni nei suoi confronti per abuso di alcolici, l’uomo è ritenuto colpevole del tentativo di furto risalente a marzo 2016, messo in atto nella città di Lecce ai danni un’abitazione, ricostruito nella sua interezza in maniera congiunta dagli investigatori ostunesi e leccesi.

Nel tardo pomeriggio di ieri dunque, gli agenti di Ostuni si sono appostati nelle immediate vicinanze del luogo di fortuna in cui l’uomo aveva trovato rifugio, per poi trarlo in arresto proprio nella centralissima Piazza della Libertà.Novità