Due persone si sono presentate nella sede del Carabinieri Forestali di Brindisi, consegnando una cassetta contenente 22 piccole tartarughe di terra.

I piccoli di tartaruga sono stati rinvenuti a Brindisi nel quartiere San Paolo. La tartaruga di terra, nome scientifico ‘testudo hermanni’, rappresenta un esemplare protetto assoggettato al massimo regime di tuteladalla Convenzione internazionale di Washington del 1973.

La convenzione CITES regola infatti la protezione e il commercio di specie di flora e fauna a rischio di estinzione, a livello mondiale.

Le testuggini, in buone condizioni di salute, sono state sottoposte a sequestro penale e affidate in custodia giudiziale allo Zoosafari di Fasano, attrezzato per il loro accoglimento e mantenimento.

I Carabinieri forestali hanno inoltrato alla Procura della Repubblica di Brindisi un’informativa di reato contro ignoti, per violazione dell’ art. 1, comma 1, lett. f) della Legge 150 del 1992 (applicazione della sanzioni in Italia per le violazioni alla Convenzione di Washington) in quanto la detenzione di esemplari di Testudo hermanni è vietata, nonché per abbandono di animali, ai sensi dell’ art. 727 del codice penale.

Si ipotizza che le 22 tartarughine siano il probabile “prodotto” di una schiusa di uova da adulti illegalmente detenuti. Nella zona del ritrovamente sono in corso accertamenti, al fine di individuare i responsabili dell’abbandono e della detenzione abusiva di fauna protetta.Novità