Rintracciato sano e salvo l'uomo scomparso da Ostuni

Una misura cautelare ha posto fine a una reiterata serie di violenze perpetrate da un quarantasettenne ostunese nei confronti della propria famiglia.

L’uomo, di cui sono state rese solo le iniziali (M.G.M.), da vent’anni infliggeva alla compagna una serie di soprusi, fisici e psicologici, instaurando in casa un vero e proprio clima di terrore, che anche i figli minori della coppia sono stati costretti a respirare.

L’uomo, incensurato, in seguito alle indagini effettuate dal Commissariato di Ostuni, è stato raggiunto da una un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare con contestuale obbligo di mantenersi a non meno di 300 metri dalla compagna e dai luoghi abitualmente frequentati dalla donna.

Il provvedimento è stato firmato dal Giudice per le Indagini Preliminari in perfetto accordo con le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Brindisi .

Gli agenti del Commissariato ostunese hanno appurato che, in due occasioni, nel mese di aprile e maggio di quest’anno, l’uomo aveva scagliato contro la compagna diversi oggetti procurandole varie ferite.

In fase di esecuzione del provvedimento restrittivo sono stati ritirati per ragioni di sicurezza due fucili regolarmente detenuti dall’uomo, in quanto quest’ultimo aveva omesso di denunciare il trasferimento delle armi da una abitazione ad un’altra. Pertanto, il quarantasettenne dovrà rispondere anche di questo reato.Novità