A Ostuni sarà il ballottaggio tra Guglielmo Cavallo e Domenico Tanzarella a decidere chi dovrà essere il prossimo sindaco. Anche stavolta, così come nella tornata elettorale del 2014, nessuno dei candidati ha raggiunto la soglia necessaria per essere eletto al primo turno.

La maggioranza dei 19.748 votanti, dei 27.421 aventi diritto, hanno accordato a Domenico Tanzarella, candidato del centro sinistra sostenuto da sei liste, 8.117 preferenze, ovvero il 42,03%.

A Guglielmo Cavallo, candidato del centro destra sostenuto da cinque liste,  sono andati 6.243 voti, ovvero il 32,33%.

Angelo Pomes, candidato del Partito Democratico sostenuto da due liste, ha ottenuto 3.782 voti, ovvero il 19,58%; infine, Domenico Pecere, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, sostenuto da una lista, ha ottenuto 1.169 voti, ovvero il 6,05%.

Domenica 9 giugno il ballottaggio tra Guglielmo Cavallo e Domenico Tanzarella deciderà chi sarà il nuovo sindaco di Ostuni.

Le sei liste a sostegno di Domenico Tanzarella hanno totalizzato;
Tanzarella per Ostuni: 2.183 voti
Ostuni che lavora: 1.894 voti (11,68%)
Avanti Ostuni: 1.811 voti (9,69%)
Scelta Sociale: 1.055 (5,64%)
Ostuni Popolare: 957 (5,17%)
Uniti per Ostuni: 938 voti (5,02%)

Le cinque liste a sostegno di Guglielmo Cavallo:
Obiettivo Comune: 1.920 (10,27%)
Direzione Italia: 1.674 (8,95%)
Ostuni Futura: 1.128 voti (6,03%)
Lega Salvini: 1.057 voti (5,65%)
Forza Italia: 474 voti (2,54%)

Le liste a sostegno di Angelo Pomes:
PD: 1.848 voti (9.88%)
Ostuni è viva!: 849 voti (4,54%)

La lista a sostegno di Domenico Pecere:
Movimento 5 Stelle: 899 voti (4,81%)Novità