8.9 C
Ostuni
Giugno 3 2020

È dedicato ai bambini in quarantena ‘Azzurrina’, il libro del fantasiologo Carrese scaricabile gratuitamente

Sono già centinaia i bambini di varie zone d'Italia che inviano al fantasiologo le loro trasformazioni di Azzurrina con disegni accompagnati da filastrocche che faranno parte di un libro che uscirà poi a fine anno

La storia di Azzurrina, una pesciolina in continua trasformazione, è racchiusa in un libro dedicato a tutti i bambini dai sei anni in su, che stanno affrontando la quarantena. Scritto dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività, scaricabile gratuitamente online dal sito dell’autore. Edito da Ngurzu Edizioni, il libro è uscito lo scorso 1° aprile e sono già centinaia in tutt’Italia i bambini che giocano a trasformare Azzurrina.

Carrese ha progettato il gioco fantasiologico di Azzurrina pensando ai tanti bambini (e ai loro genitori) che da oltre un mese vivono una forzata, ma necessaria, reclusione in casa. Azzurrina è una pesciolina che sperimenta molte avventure di trasformazione: ora diventa un vaso di fiori e una lancetta di un orologio, ora un papillon e un paio di ciabatte. «Gioca a trasformarsi in tante cose ma – scrive l’autore – Azzurrina non dimentica mai la propria identità, anzi a ogni trasformazione la amplifica».

- Advertisement -

Il libro ruota intorno alla congiunzione “anche”, parola chiave nelle riflessioni di Massimo Gerardo Carrese che spiega: «“Anche” vuol dire che una cosa non è solo ciò che rappresenta ma è certamente anche altro. Bisogna però dimostrare quest'”anche” ed è così che questa semplice congiunzione mette in moto –ricorrendo alla logica, perché fantasia e logica non sono opposti – le possibilità (fantasia) e fa riflettere su come sono fatte le immagini mentali nel nostro cervello (immaginazione) e a come mettere in pratica un processo tecnico (creatività)».

Azzurrina non è solo una pesciolina ma, nel gioco delle trasformazioni è anche uno zaino, un biscotto, un grattacielo e tante altre cose. Il libro si scarica liberamente dal sito www.fantasiologo.com e sono già centinaia i bambini di varie zone d’Italia che inviano al fantasiologo Carrese le loro trasformazioni di Azzurrina con disegni accompagnati da filastrocche che faranno parte di un libro che uscirà poi a fine anno, disponibile gratuitamente. Sono molti anche gli studenti che con entusiasmo giocano con Azzurrina nella quotidiana didattica a distanza.

La storia di Azzurrina, una pesciolina in continua trasformazione, è racchiusa in un libro dedicato a tutti i bambini dai sei anni in su, che stanno affrontando la quarantena. Scritto dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività, scaricabile gratuitamente online dal sito dell’autore. Edito da Ngurzu Edizioni, il libro è uscito lo scorso 1° aprile e sono già centinaia in tutt’Italia i bambini che giocano a trasformare Azzurrina.

Carrese ha progettato il gioco fantasiologico di Azzurrina pensando ai tanti bambini (e ai loro genitori) che da oltre un mese vivono una forzata, ma necessaria, reclusione in casa. Azzurrina è una pesciolina che sperimenta molte avventure di trasformazione: ora diventa un vaso di fiori e una lancetta di un orologio, ora un papillon e un paio di ciabatte. «Gioca a trasformarsi in tante cose ma – scrive l’autore – Azzurrina non dimentica mai la propria identità, anzi a ogni trasformazione la amplifica».

Il libro ruota intorno alla congiunzione “anche”, parola chiave nelle riflessioni di Massimo Gerardo Carrese che spiega: «“Anche” vuol dire che una cosa non è solo ciò che rappresenta ma è certamente anche altro. Bisogna però dimostrare quest'”anche” ed è così che questa semplice congiunzione mette in moto –ricorrendo alla logica, perché fantasia e logica non sono opposti – le possibilità (fantasia) e fa riflettere su come sono fatte le immagini mentali nel nostro cervello (immaginazione) e a come mettere in pratica un processo tecnico (creatività)».

Azzurrina non è solo una pesciolina ma, nel gioco delle trasformazioni è anche uno zaino, un biscotto, un grattacielo e tante altre cose. Il libro si scarica liberamente dal sito www.fantasiologo.com e sono già centinaia i bambini di varie zone d’Italia che inviano al fantasiologo Carrese le loro trasformazioni di Azzurrina con disegni accompagnati da filastrocche che faranno parte di un libro che uscirà poi a fine anno, disponibile gratuitamente. Sono molti anche gli studenti che con entusiasmo giocano con Azzurrina nella quotidiana didattica a distanza.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram gratuito di Ostuni News

- Advertisment -

Immuni, la Puglia sperimenta la app per combattere il coronavirus

La Puglia ha iniziato a sperimentare la app “Immuni”, sviluppata a livello nazionale come strumento di tracciamento utile nella lotta all’emergenza dettata dal coronavirus. L’installazione...

Divieto di assembramento, la Fenailp difende i commercianti di Ostuni e chiede controlli meno serrati

Dopo aver richiesto all’amministrazione comunale l’istituzione di un tavolo tecnico permanente per la ripresa economica delle attività commerciali, la Fenailp di Ostuni lamenta un...

Coronavirus, contagi vicini allo zero: un solo positivo oggi in Puglia in provincia di Bari

Il numero dei contagi da Coronavirus in Puglia, da giorni in netto calo, si avvicina allo zero e si attesta complessivamente a 4498 unità. Di...

Celebrato in Comune il primo matrimonio post-covid di Ostuni

Avrebbero dovuto promettersi amore eterno ad aprile, ma l’emergenza Coronavirus ha fatto slittare la data del matrimonio al 31 maggio. Lucia e Luciano, 50...

Torre Guaceto rappresenta l’Italia al Monaco Blue Initiative

L'undicesima edizione della conferenza internazionale sull'ambiente del Principato di Monaco è stata particolarmente speciale per il Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, l'unico ente...

Coronavirus, eccellenze nostrane: azzerato il rischio di contagio nelle RSA del nostro territorio

Nelle RSA Villa Valente di Ostuni e Casa Alloggio Valle d’Itria di Casalini la parola d’ordine è stata “efficienza”. Sin dall’inizio della pandemia il...
- Advertisment -