spot_imgspot_imgspot_img
8.9 C
Ostuni
Maggio 23 2024

Opere pubbliche: ad Ostuni al via la riqualificazione delle strutture con i fondi del PNRR

Più di sei milioni di euro gli investimenti per la Città Bianca

- Advertisement -

Settore opere pubbliche in fermento nella Città Bianca. Diverse le opere che vedranno un restyling nelle prossime settimane. Per i progetti targati PNRR in questi giorni sono in fase di aggiudicazione i progetti che riguardano la riqualificazione di quattro edifici della Città Bianca: il Palazzo della Corte ex circolo cittadino di via Cattedrale e poi la scuola dell’infanzia di viale Aldo Moro, il palazzetto dello sport “Vito Gentile” e il piazzale della Stazione Ferroviaria.

Il valore dei finanziamenti per la ristrutturazione di queste opere si aggira attorno ai sei milioni di euro d’investimento. Una cifra importante per la riqualificazione di punti strategici per i cittadini di Ostuni. La carenza di strutture pubbliche al chiuso potrebbe essere colmata nel più breve tempo possibile grazie agli interventi che verranno effettuati nelle strutture.

“Abbiamo cercato nel più breve tempo possibile di portare a casa quanti più finanziamenti possibile – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Brescia – con la risistemazione di questi spazi potremo garantire ai cittadini di Ostuni di fruire di strutture che versano in stato di abbandono da tempo, come l’ex Circolo Cittadino sede del Gal Alto Salento fino a dieci anni fa e la scuola dell’infanzia “Walt Disney” di viale Aldo Moro, chiusa anch’essa da più di dieci anni. La struttura dell’ex Circolo Cittadino, ad esempio – prosegue Brescia – potrà essere messa a disposizione per le manifestazioni culturali, mentre per la scuola si riconsegnerebbe alla città un nuovo asilo nido, vista la lunga lista di richieste”.

Ad essere riqualificati con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sono anche il Piazzale della Stazione e il Pala Gentile. “Il piazzale della stazione ha bisogno urgente di opere di riqualificazione – afferma Brescia – sappiamo bene che le abbondanti piogge causano diversi problemi di allagamento della zona; l’ultimo avvenuto nella primavera scorsa. È necessario quanto prima risolvere questo problema e rendere più confortevole il parcheggio, perché sono diversi i cittadini di Ostuni che scelgono il treno per recarsi nei luoghi di lavoro fuori città”.

Altra opera da riconsegnare alla città è il pala “Vito Gentile”, tempio sacro del basket ostunese prima e hub vaccinale poi. La struttura di Viale dello Sport è chiusa da tre lunghi anni: “Avremmo voluto riaprire il palazzetto già dal settembre scorso – prosegue l’assessore ai lavori pubblici Brescia – ma gli imminenti lavori di efficientamento energetico e strutturali non ci hanno dato la possibilità di far utilizzare la struttura alle squadre che popolano quel posto. Proprio nella giornata di oggi abbiamo firmato il contratto con la ditta per i lavori. Siamo convinti che queste strutture, una volta sistemate – conclude Brescia – torneranno ad essere il fiore all’occhiello della Città Bianca, tengo a sottolineare che tutte queste opere e le inagibilità delle stesse le abbiamo ereditate dal passato, ma non è questo l’alibi che abbiamo come Amministrazione, noi vogliamo riconsegnare alla città tutte le opere pubbliche inagibili”.

Per quanto riguarda la palestra delle San Carlo Borromeo, l’ufficio lavori pubblici comunica che si sta aspettando solo l’ok dai Vigili del Fuoco per riconsegnare alla città la palestra che servirà per le attività sportive delle associazioni che ne hanno fatto richiesta.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram gratuito di Ostuni News

- Advertisment -
- Advertisment -spot_img