Ostuni aderisce alla manifestazione "Puliamo il mondo dai pregiudizi"

Ostuni aderisce a “Puliamo il mondo dai pregiudizi”, la manifestazione promossa da Legambiente, che si terrà sabato 29 e domenica 30 settembre, giunta quest’anno alla sua ventiseiesima edizione.

Alla manifestazione, promossa quest’anno anche da altre trenta associazioni nazionali, hanno aderito sia il Parco naturale regionale delle Dune Costiere che il Comune di Ostuni, nell’ottica di salvaguardare l’ambiente attraverso l’aggregazione sociale. Ed è proprio questo lo spirito che anima la manifestazione di Legambiente, che si propone per questa edizione di tutelare i beni comuni attraverso la cittadinanza attiva, abbattendo le barriere culturali e sociali e coinvolgendo nell’operazione anche i giovani migranti ospiti del centri di accoglienza.

Sabato 29 e domenica 30 settembre il Comune di Ostuni e il Parco delle Dune Costiere invitano la cittadinanza a compiere un gesto d’impegno civile e sociale, prendendosi cura dei percorsi culturali tra città e campagna.

Si comincerà alle ore 9 di sabato 29 settembre da viale Oronzo Quaranta, presso l’accesso di Porta Nova, punto in cui ci si incontrerà per procedere alla pulizia degli orti storici, grazie al coinvolgimento di associazioni di volontariato e alcune scuole.

L’indomani, domenica 30 settembre, l’appuntamento è fissato alle ore 9.30 presso l’Albergabici, da dove avrà inizio l’inedita ciclo-pulizia della via Traiana, dal Dolmen di Montalbano fino all’edicola votiva di Villanova. L’antico tracciato romano, riconosciuto come via Francigena del sud, verrà ripulito da bottiglie di plastica e vetro, sacchetti di spazzatura, cartacce e altro.

Lungo il percorso, in corrispondenza della masseria “Lo Spagnulo”, gli operatori della cooperativa sociale “Il Melograno” e i ragazzi ospiti del centro di accoglienza, si uniranno con le loro biciclette agli altri volontari per ripulire insieme l’antica via di comunicazione, nella speranza di portar via, tra plastica e vetro, anche qualche pregiudizio.

Davanti al gruppo di bici ci sarà un mezzo del Parco delle Dune Costiere con a bordo due operatori, che si occuperanno di differenziare i rifiuti raccolti. Successivamente, alle ore 12, presso l’Albergabici, si terrà un piccolo rinfresco per tutti i partecipanti. Chiunque volesse unirsi al gruppo può farlo con la propria bicicletta, oppure prendendone una in prestito tra quelle che il Parco delle Dune Costiere metterà a disposizione per l’occasione.

«Grazie all’input di Legambiente – afferma il sindaco Gianfranco Coppolasarà possibile prendersi cura dell’ambiente e al tempo stesso avviare un processo inclusivo nei confronti dei migranti ospiti de Lo Spagnulo. Un risultato importante per il nostro territorio, che vede attualmente quattro CAS attivi, in cui trovano una residenza temporanea centinaia di giovani uomini. Personalmente ritengo importante che, in situazioni come la nostra, vengano attuati progetti mirati all’integrazione sociale per consentire ai tanti ospiti dei centri di dare un senso più profondo alla loro permanenza. Perciò spero possano essere replicate a breve iniziative simili, coinvolgendo i migranti degli altri tre centri per pulire le zone circostanti di ogni struttura. Iniziando in questo modo, potrebbero sorgere nuove e diverse occasioni di integrazione e confronto, elementi che arricchiscono senza dubbio anche la comunità locale»