spot_imgspot_imgspot_img
8.9 C
Ostuni
Febbraio 22 2024

Torre Guaceto: reimpiantati 200 arbusti

La prima iniziativa di #IoStoConTorreGuaceto ha registrato grande partecipazione. Tanti coloro che si sono dati appuntamento per piantare 200 arbusti nell'area oggetto dell'episodio criminale avvenuto il 27 aprile

- Advertisement -

Il primo evento di #IoStoConTorreGuaceto, la campagna di solidarietà lanciata per difendere la riserva naturale, è stato un successo.
Ideata nell’ambito della campagna per la ripiantumazione dell’area interna al Sito di Importanza Comunitaria Torre Guaceto-Macchia San Giovanni distrutta poche settimane da ignoti malfattori, la manifestazione avvenuta domenica 20 maggio ha portato centinaia di persone nell’area protetta.

Numerosi rappresentanti delle forze dell’Ordine e delle Istituzioni, insieme al commissario prefettizio del Comune di Carovigno, Onofrio Padovano, si sono uniti a tutti coloro i quali ora ribadiscono con forza di “stare dalla parte di Torre Guaceto”.

Ad aprire l’evento Nicolò Carnimeo, presidente del WWF Puglia e vicepresidente del Consorzio di Torre Guaceto, che ha ricordato come Torre Guaceto sia conosciuta in tutto il mondo per la sua governance virtuosa e ribadendo che questo sarebbe il momento opportuno affinché le comunità locali proteggano la Riserva, fiore all’occhiello del territorio, da chi vorrebbe danneggiarla.

Il presidente del Parco regionale Dune costiere, Enzo Lavarra insieme al direttore del Parco Gianfranco Ciola, hanno rinnovato la propria solidarietà al Consorzio di Gestione della Riserva, unenedosi alle altre associazioni che avevano già aderito all’iniziativa.

Muovendo dal molo di Punta Penna Grossa, associazioni, famiglie con bambini, e adulti provenienti da tutta la Puglia si uniti in un unico cordone umano e hanno raggiunto a piedi il luogo protagonista dell’atto intimidatorio.

Le 200 piantine di macchia mediterranea donate dall’ Arif sono giunte al luogo di destinazione portate in mano dagli utenti della Riserva, forestali per un giorno, come in una sorta di fiaccolata simbolica della lotta all’illegalità e a chi vorrebbe mettere le mani sull’area protetta.

Così, arbusto dopo abusto, l’area distrutta è tornata a colorarsi di verde. Tante le piccole manine che hanno collaborato per la buona riuscita della ripiantumazione.

E’ ancora lungo il cammino per la completa restituzione dell’area alla natura, questo evento è stato solo il primo dei tanti che si svolgeranno nell’ambito di #IoStoConTorreGuaceto ed il grande entusiasmo con il quale la gente ha indossato la maglietta ideata per l’occasione, e i guanti per lavorare la terra, fa ben sperare circa la buona riuscita delle prossime manifestazioni a tema.

«Ringrazio nuovamente gli enti e le associazioni intervenute– ha dichiarato Mario Tafaro, presidente del Consorzio- che hanno partecipato all’evento, unendosi in un abbraccio corale a Torre Guaceto».

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram gratuito di Ostuni News

- Advertisment -
- Advertisment -spot_img