Sono stati 200 i volontari che hanno risposto all’appello “A mano, a mano per Torre Guaceto”, lanciato dal Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta e Riserva Naturale per dare vita a una giornata di pulizia delle spiagge comprese nell’area protetta.

Domenica 10 marzo sono arrivati in tanti, armati di guanti e sacchi, a pulire i rifiuti che si accumulano sulla sabbia, portati a riva dalle violente mareggiate di questi mesi.

Viste le frequenti candidature spontanee di privati cittadini che vorrebbero sostenere la Riserva aiutando a tenerla pulita, il Consorzio ha quindi deciso di indire la giornata di pulizia “A mano, a mano per Torre Guaceto”.

Tra i tanti volontari, giunti da tutta la provincia di Brindisi ma anche da quelle di Bari e Taranto, anche molti bambini che hanno partecipato ad una lezione a contatto con la natura di educazione ambientale, offerta dagli operatori della cooperativaThalassia.

I piccoli utenti sono stati accompagnati “mano a mano” nella raccolta degli oggetti spiaggiati in una delle calette della Riserva e- aconclusione della pulizia-  gli operatori hanno raccontato loro la storia di quei rifiuti e cosa si possa fare nel proprio piccolo, ogni giorno, per aiutare l’ambiente, avviando il laboratorio del riciclo creativo della plastica.

A fine giornata sono stati ben 180 i sacchi colmi di rifiuti; per ringraziarli il Consorzio ha offerto un piccolo aperitivo.

«La riuscita della giornata – ha dichiarato il presidente del Consorzio, Mario Tafaroè la dimostrazione di quanto Torre Guaceto sia connaturata nel territorio e nel dna dei pugliesi. A loro va il più vivo ringraziamento, con l’auspicio che l’interesse dimostrato sia destinato a non venire mai meno».

Novità