Sarà proiettato allo Slow Cinema per tre giorni di fila, dal 9 all’11 dicembre, Santa Subito, l’ultimo film del regista pugliese Alessandro Piva. Vincitore dell’ultima edizione della Festa del Cinema di Roma, il film narra la storia di Santa Scorese.

La sera del 15 marzo 1991, al rientro a casa, Santa viene accoltellata a morte dal suo persecutore, davanti agli occhi impotenti dei genitori e di una società all’epoca impreparata ad affrontare i reati di genere e lo stalking. Aveva ventitré anni. Lei, giovane attivista cattolica della provincia di Bari, per anni aveva subito le morbose attenzioni di uno sconosciuto molestatore, senza mai mettere mai in discussione la sua vocazione all’aiuto del prossimo e il suo percorso spirituale. Come ogni ragazza custodiva sogni e apprensioni, nel suo cuore ardevano fede cristiana e fame di vita. Una vita spezzata troppo presto, come purtroppo troppo spesso accade.

In apertura della proiezione di martedì 10 dicembre, alle ore 19.30, la sala ospiterà Rosa Maria Scorese, sorella di Santa, e Maria Pia Vigilante, presidente della Onlus Giraffa, per una breve introduzione al film che sarà moderata da Ferdinando Sallustio.

Ogni proiezione avrà inizio alle ore 19.30, il costo del biglietto è di 6 euro intero e 4 ridotto.

Ricevi tutte le ultime notizie

Prova il nuovo canale Telegram di Ostuni News